La vita squalificato russo бобслеист: la Nostra vittoria olimpica conquistata onesto e puro

La decisione della commissione del comitato olimpico Internazionale (CIO), che ha abrogato i risultati di una serie di atleti russi, «ovviamente, politicizzato». Questo 27 novembre squalificato a vita e privo di medaglia d’oro olimpica russo бобслеист Dmitry Труненков ha detto RBC.

Ha assicurato che «le prove di violazioni no», e «tutte le accuse si basano su голословных e incoerenti dichiarazioni».

«La nostra vittoria olimpica conquistata onesto e puro», – ha detto l’atleta.

Lo scandalo dello sport russo è iniziato nel mese di novembre 2015, quando l’agenzia Mondiale antidoping (WADA) ha pubblicato un rapporto, in cui ha accusato la federazione RUSSA a sostegno di doping. Il rapporto dice che i servizi segreti russi hanno riguardato il sistema di doping gli atleti russi, ha ammesso «diretta il bullismo e l’intervento» al lavoro accreditato dalla WADA laboratorio antidoping a Mosca.

Nazionale di atletica leggera e pesante stati esclusi dalle Olimpiadi del 2016. Federazione nazionale nella sua interezza, è stata anche sospesa da anni aspetto positivo dell’assegnazione.

Nel mese di ottobre 2017 il comitato olimpico Internazionale ha riferito che tutti 254 campioni di urina prelevati da russi gli atleti durante i giochi Olimpici di Sochi 2014, sono stati rivalutati. La commissione CIO guidato da Denis Oswald già revocato risultati 19 russi. Così, la Russia è sceso dal primo al terzo posto nel medagliere della competizione.

La partecipazione degli atleti russi alle Olimpiadi invernali del 2018 in Corea del Sud rimane in questione. CIO annuncerà la sua decisione del 5 dicembre.




La vita squalificato russo бобслеист: la Nostra vittoria olimpica conquistata onesto e puro 28.11.2017

0
Ноябрь 28th, 2017 by