L’ambasciatore della Polonia in Ucraina, ha proposto di includere la questione della Crimea in formato negoziati di Minsk

L’ambasciatore di Polonia in Ucraina Yang Inferno ritiene che la Polonia o gli stati UNITI potrebbero entrare in alternativa Minsk processo di formato di negoziazione, che avrebbe toccato anche la questione della Crimea, passa «Interfax-Ucraina».

«Ora abbiamo l’accordo di Minsk, e tutti i paesi devono rispettare i loro obblighi secondo questi accordi, ma se l’accordo di Minsk non funziona, è necessario pensare a un nuovo formato di file, è possibile con il coinvolgimento degli stati UNITI», ha detto Inferno.

Egli ha anche espresso la convinzione che per risolvere il conflitto in Transcarpazia senza vicini paesi, come la Polonia, è impossibile.

«Sarebbe del tutto naturale, se la Polonia è entrata in un nuovo formato», — ha sottolineato Inferno.

Il «problema «di Minsk», nel senso che essa riguarda solo la Polizia, ma non di Crimea. La crimea deve essere il prossimo», ha aggiunto il diplomatico polacco.

Inferno, ha anche aggiunto che le sanzioni contro la Russia possono essere rimossi solo dopo la completa attuazione degli accordi di Minsk.

«Una posizione chiara Occidente è piena attuazione degli accordi di Minsk. La domanda è, che non vediamo quella di attuazione, e fino a che non la vedremo — le sanzioni verranno salvati», — ha detto Inferno.

Egli ha osservato che alcuni paesi membri dell’Unione Europea si oppongono a un inasprimento delle sanzioni, tuttavia, attraverso un compromesso in grado di mantenere le sanzioni e rinnovare loro.

«Se alcuni paesi vogliono inasprire le sanzioni, come la Polonia e la Lituania, mentre altri cercano di mitigare, ma è necessario trovare un compromesso, di conseguenza, le sanzioni vengono salvati sullo stesso livello», — ha sottolineato il diplomatico polacco.

In questo Inferno ha richiamato l’attenzione sul fatto che la questione della conservazione delle sanzioni dell’UE nei confronti della federazione RUSSA influiscono anche fattori non correlati alla situazione con l’Ucraina, in particolare, l’elezione alla presidenza degli stati UNITI, l’azione militare in Siria, ecc

Ricordiamo, in precedenza, il consigliere del presidente, direttore dell’istituto Nazionale di studi strategici Vladimir Gorbulin anche affermato la necessità di aggiornare firmato la legge.

Il 26 ottobre, il presidente dell’Ucraina Pietro Poroshenko in un incontro a «normanno formato» a Berlino ha delineato cinque posizioni chiave in accensione che in una mappa stradale insiste la parte ucraina.




L’ambasciatore della Polonia in Ucraina, ha proposto di includere la questione della Crimea in formato negoziati di Minsk 11.11.2016

0
Ноябрь 11th, 2016 by