L’ambasciatore di Francia ha detto che le imprese straniere in Ucraina di fronte alla corruzione e raid

La corruzione mina la fiducia degli investitori stranieri verso l’Ucraina. L’ambasciatore di Francia a Kiev Isabelle Dumont ha detto in un’intervista al canale televisivo «1+1», che è andato in onda il 29 marzo.

«Ci sono esempi in cui le nostre aziende si trovano ad affrontare manifestazioni di corruzione. Sono molto preoccupato per questo, raccontano e ambasciata, e di business ombudsman. Questo è un problema con cui siamo costretti ad affrontare ogni giorno, insieme, tra l’altro, con i rappresentanti del governo ucraino», – ha detto il diplomatico.

Dumont ha aggiunto che ci sono stati casi, quando le società francesi sono stati vittime di attacchi raider.

«Le autorità ucraine questi fatti sono noti, sono anche negare la loro esistenza. E quando si verifica così un raid contro una società, e il giudice diventa parte di questi raiders, capisce le conseguenze in termini di fiducia da parte degli investitori stranieri in Ucraina?» – ha sottolineato l’ambasciatore.

In questo Dumont ha assicurato che il governo ucraino «ci sono persone che capiscono che senza fiducia non sarà quegli investimenti che servono a tutti».

Prima di questo imprenditore belga Bernard Willem dichiarato che vuole vendere la sua fattoria per la produzione di formaggio di capra nella regione di Lviv a causa dell’alto livello di corruzione in Ucraina.

Nel mese di dicembre 2017 il ministro della giustizia Paolo Petrenko ha dichiarato di ridurre il numero di incursioni in Ucraina.




L’ambasciatore di Francia ha detto che le imprese straniere in Ucraina di fronte alla corruzione e raid 30.03.2018

0
Март 30th, 2018 by