Le autorità del Venezuela nominato elezioni presidenziali del 22 aprile, respingendo le richieste dell’opposizione

Il consiglio nazionale elettorale del Venezuela 7 febbraio ha nominato elezioni presidenziali del 22 aprile. In questo modo, i negoziati tra il governo e l’opposizione, che ha chiesto il trasferimento del voto a fine anno, contrastato, scrive Reuters.

Nel corso dei negoziati, che si sono svolte nella Repubblica Dominicana, i rappresentanti della coalizione di opposizione hanno richiesto di dare il tempo di preparazione di un concorrente attuale presidente Nicolas Maduro. In precedenza, le autorità hanno vietato di partecipare alla campagna di due leader dell’opposizione – Leopoldo Lopez e Enrique Каприлесу.

Un certo numero di paesi guidato con la Colombia ha dichiarato che le elezioni potrebbero non essere riconosciuti in relazione con la sospensione dei politici dell’opposizione.

Maduro, parlando ad una manifestazione a Caracas, ha accolto con favore la decisione elettorale del consiglio e ha detto che «il popolo ha già preso la decisione», in modo che rimanga guidato il paese fino al 2025.

Nel 2017 in Venezuela si sono verificati proteste di massa, in cui sono morte più di 100 persone. Nel mese di aprile, la corte Suprema del paese ha dato Maduro ulteriori poteri, ma dopo le proteste ha invertito la sua decisione.

Nel mese di gennaio 2018, si è appreso che il partito, che non hanno partecipato alle elezioni comunali in un momento di crisi o chiamati al loro boicottaggio, non sarà in grado di nominare i propri candidati alla presidenza.

Socialista Maduro ricopre l’incarico di presidente dal 2013.




Le autorità del Venezuela nominato elezioni presidenziali del 22 aprile, respingendo le richieste dell’opposizione 08.02.2018

0
Февраль 8th, 2018 by