L’economista Stranieri: la Politica di sanzioni restituisce la Russia in una situazione di cent’anni fa

Le nuove sanzioni degli stati UNITI riguardano la federazione RUSSA, in quanto in queste circostanze, il presidente Vladimir Putin è e c’è la Russia. Su questo ha scritto il direttore del Centro studi della società post-industriale e professore della scuola Superiore di economia di Mosca Vladislav Stranieri blog «Eco di Mosca».

«Le sanzioni contro Putin non possono non diventare sanzioni contro la Russia. E questo è quello che accade oggi. Putin ha apertamente e chiaramente detto che è stato l’iniziatore di rigetto della Crimea dall’Ucraina. Le sue decisioni erano in poche ore formalmente институционализированы tasca parlamento. Inoltre, sono stati sostenuti dalla stragrande maggioranza della popolazione. Questo è diventato il punto di partenza – in realtà, la Russia ha preso la responsabilità collettiva per azione il prima persona», ha detto.

L’economista ha sottolineato che il paese e della Duma di stato della federazione RUSSA, il Cremlino non ha cominciato a chiedere il consenso alla partecipazione di truppe in guerra in ucraina, il cui risultato sono diventati notevoli perdite tra i civili, non solo in Ucraina.

«Per liberarsi di isolamento internazionale, il governo ha cominciato un’avventura in Siria, che non ha fornito il tanto agognato di dialogo. Quando non si è rivelato, il Cremlino ha deciso di intervento in campagna elettorale negli stati UNITI, che era troppo pazienza a Washington. In questo caso, se ricordare il recente passato, si scopre che solo in Russia il candidato Donald Trump aveva prima delle elezioni enorme vantaggio di essere solidali sopra candidato Hillary Clinton. Cioè e poi la Russia ha agito esattamente come Putin», ha ricordato.

Stranieri ha sottolineato che non è la Russia o i russi, causano il rigetto degli stati UNITI, l’Ucraina e l’Europa, e il presidente della federazione RUSSA e sanzionati loro azioni.

«Oggi in Russia non c’è nulla di indipendente da Putin, che ha avuto almeno un valore in campo internazionale. L’esercito russo è Putin come suo comandante in capo. Il parlamento — anche comprensibile. «Gazprom» – senza dubbio. Vale la pena di mettere in dubbio che la squadra in дезинформационную in Europa, la guerra e gli attacchi contro l’America usciva dall’alto? Io non la penso così», – ha detto l’economista.

Egli ha aggiunto che in Russia la situazione si ripete 1917.

«La politica di sanzioni perché genera una miscela di sentimenti nella società russa, che restituisce tutti noi in una situazione di cent’anni fa, durante, quando tutti i vizi dello zarismo (attualmente лакируемого прихлебателями modalità) sono stati irrilevanti quei «patrioti», che hanno chiesto di radunare intorno al potere in guerra imperialistica. A quel tempo, come è noto, Vladimir Lenin ha invitato il nostro rivoluzionario del proletariato «di utilizzare le difficoltà del suo governo e della sua borghesia per la loro caduta»… – e, a mio parere, tatticamente era perfettamente ragione, così come senza l’uso di queste «difficoltà» nessun successo della rivoluzione non sarebbe stata possibile», – ha detto Stranieri.

Egli ha sottolineato che le autorità russe «ripetono percorsa», consapevolmente pompaggio nuovi «difficoltà» e sostituendo il paese sotto attacco, nella speranza che minacciano il paese pericolo di cancellare tutti i reclami al Cremlino.

«Se il calcolo è corretto, allora il confronto con il resto del mondo sarà amplificato, e la rapina Russia чиновничеством – continuare. Se in Russia ci sarà la comprensione di ciò che non è identico a Putin, che il futuro del paese – non solo nella cieca obbedienza della volontà, la sentenza della cricca, intellettuali costretti a rileggere il famoso leninsky testo. E su questo è molto vale la pena di spendere mezz’ora – ci saranno un sacco di cose che vi farà riflettere, in un anno 17 viviamo», – ha concluso Stranieri.

25 luglio Camera dei rappresentanti del Congresso degli stati UNITI ha sostenuto il disegno di legge sulle nuove sanzioni nei confronti della Russia, dell’Iran e della COREA del nord. Il 27 luglio ha approvato il Senato. Il documento è stato inviato per l’approvazione al presidente degli stati UNITI Donald Trump.

Le nuove sanzioni degli stati UNITI suggeriscono una riduzione del termine massimo di finanziamento sul mercato delle banche russe, sotto sanzioni, fino a 14 giorni, mentre per le aziende del settore oil and gas – fino a 30 giorni. Il documento suggerisce anche che il presidente degli stati UNITI può applicare sanzioni a persone che intendono investire nella costruzione di russi esportazione di tubazioni di più di $5 milioni all’anno o $1 milione per volta.

Il disegno di legge obbliga il presidente degli stati UNITI in anticipo accordo con il Congresso per qualsiasi mitigazione o annullamento delle sanzioni. Il capo della casa Bianca non è in grado di prelevare le misure restrittive personali decreto, come era prima.

In risposta alle nuove sanzioni degli stati UNITI, la Russia ha selezionato americana дипсобственность a Mosca e richiede di ridurre il numero dei diplomatici americani in RUSSIA.




L’economista Stranieri: la Politica di sanzioni restituisce la Russia in una situazione di cent’anni fa 30.07.2017

0
Июль 30th, 2017 by