L’esame per il «caso messo al comando pippo» ha confermato che Walesa è stato un agente dei servizi segreti PNR

Графологическая esame per il cosiddetto «caso messo al comando pippo», cioè per accuse all’indirizzo dell’ex presidente della Polonia Lech Walesa , in collaborazione con la polizia segreta comunista della Polonia, ha dimostrato che il leader di «Solidarietà» per molti anni è stato un agente dei servizi segreti PNR.

Segnalato da esperti dell’Istituto della memoria nazionale della Polonia durante la conferenza stampa speciale, segnala Onet.

«Gli esperti hanno ricevuto un sacco di materiali. Il caso è complesso, contiene 235 pagine. Le conclusioni non lasciano alcun dubbio. L’obbligo di collaborazione con il Servizio di sicurezza (PNR. – Ndr). dal 1970 sono stati scritti a mano Lech Walesa», – ha riferito il procuratore dell’istituto di Andrzej Позорский.

Secondo lui, solo «una relazione (agente «messo al comando pippo». – Ndr). delle decine non è stato firmato Lech Walesa».

«Non ci sono dubbi sulla cooperazione Lech Walesa con i servizi segreti. Questo problema è stato chiarito completamente… è possibile mettere nuove domande. Ad esempio, in che modo la collaborazione Walesa con i servizi segreti nel 1970 ha pregiudicato la sua ulteriore attività nel 1980 e dopo il 1989», ha aggiunto il capo dell’Istituto della memoria nazionale Jaroslav Шарек.

Ricordiamo che nel febbraio dello scorso anno in Polonia scoppiò lo scandalo di una probabile collaborazione di Lech Walesa con la polizia segreta comunista della Polonia.

In particolare, tra i documenti sequestrati dagli agenti dell’Istituto della memoria nazionale della Polonia e gli agenti di polizia nella casa del generale Czeslaw Кищака, è stata trovata la cartella, firmata «Lech Walesa. Bolek», che, secondo gli esperti, dimostra la collaborazione dell’ex presidente con i servizi segreti.

Secondo gli esperti, i documenti sono originali e copre il periodo dal 1970 al 1976.

Lo stesso fondatore di solidarnosc, Lech Walesa, ha detto che «non ha collaborato con i servizi segreti», ma «commesso un errore» e «non può rivelare la verità», e si aspetta anche che «questo renderà colpevole della situazione».




L’esame per il «caso messo al comando pippo» ha confermato che Walesa è stato un agente dei servizi segreti PNR 31.01.2017

0
Январь 31st, 2017 by