L’estonia ha invitato a inasprire le sanzioni contro la federazione RUSSA nel caso di continuare l’escalation in ucraina del Donbass

Nella riunione di venerdì 3 febbraio la Commissione per gli affari esteri del parlamento estone ha deciso di stringere la posizione contro la Federazione russa in relazione al aggravato la situazione nella parte orientale dell’Ucraina.

Questo è indicato nella decisione della commissione parlamentare, passa «Interfax-Ucraina».

«All’unanimità ha approvato la proposta nella posizione di Estonia, alla riunione del Consiglio UE affari esteri, che si terrà il 6 febbraio, è stata aggiunta una voce sul fatto che l’Estonia condanna l’escalation delle operazioni militari in Ucraina Orientale. Le sanzioni UE contro la Russia dovrebbe rimanere in vigore fino alla completa attuazione dell’accordo di Minsk. Estonia ritiene che nel caso di continuare l’escalation militare è necessario inasprire le sanzioni», si legge nella decisione.

C’è anche rilevato che «l’Estonia sostiene l’idea di stringere la politica dell’UE per непризнанию l’annessione della Crimea».

«La posizione dell’Estonia riflettono il nostro atteggiamento verso gli eventi degli ultimi giorni in Ucraina Orientale. Rimarranno se le sanzioni contro la Russia in vigore, dipende dall’esecuzione degli accordi di Minsk. Purtroppo, vediamo un netto peggioramento della situazione. Di conseguenza esacerbato il conflitto militare negli ultimi giorni sono morte decine di persone, centinaia sono stati feriti. Pertanto, è importante per l’Unione Europea ha espresso il suo pieno sostegno per l’Ucraina», — ha detto il presidente della commissione per gli affari esteri, Marco Михкельсон.

Secondo la Commissione, l’Ucraina ha già fatto passi importanti per la riforma dello stato, la sua gente e il governo «chiaramente espresso il suo desiderio di integrarsi nella UE».

«Pertanto, Estonia sostiene l’introduzione di un regime senza visti tra l’Ucraina e l’UE, nonché la definitiva ratifica e l’entrata in vigore dell’accordo di associazione», — ha detto in una dichiarazione.

Estonia supporta le aspirazioni e i successi dell’Ucraina in materia di riforma dello stato e continua a sostenere l’Ucraina come bilateralmente, e attraverso le organizzazioni internazionali, si legge nella decisione della Commissione.

«Estonia, inoltre, invita l’Ucraina a prendere misure drastiche per combattere la corruzione, tra cui rafforzare le istituzioni create per combattere la corruzione, e di riformare il sistema giudiziario. Un ruolo importante nella realizzazione delle riforme ha svolto un attivo e competente, la società civile ucraina. Estonia invita il governo dell’Ucraina e, in futuro, collaborare strettamente con la società civile», si legge nel documento.

Come riportato in precedenza, nel corso della riunione del Consiglio di Sicurezza delle nazioni unite, dove è stata discussa l’escalation in Transcarpazia, i rappresentanti dei paesi Europei hanno invitato la Russia a smettere di armare i militanti e iniziare a svolgere l’accordo di Minsk. Il rappresentante permanente dell’Ucraina, quando l’ONU Vladimir Yelchenko ha sottolineato che l’escalation del conflitto nella parte orientale dell’Ucraina e la creazione artificiale di una catastrofe umanitaria è un crimine di guerra, la prova che l’Ucraina intende trasmettere alla corte Internazionale di giustizia.




L’estonia ha invitato a inasprire le sanzioni contro la federazione RUSSA nel caso di continuare l’escalation in ucraina del Donbass 03.02.2017

0
Февраль 3rd, 2017 by