L’ex calciatore e allenatore della Dynamo kiev Mickle: Per vincere, c’è bisogno di morire

L’allenatore «Dinamo» (Kiev), Valery Lobanovsky trascorso tale esercizio, come dovrebbero essere. Questa opinione famoso ucraino calciatore e allenatore di Alex Mickle ha espresso in onda il programma «БАЦМАН» capo redattore edizione di «GORDON», Più Бацман sul canale «112 Ucraina».

Così ha commentato il parere che quando Лобановском sono «disumane» di allenamento, e «sopravvive il più forte».

«Nulla di simile! Queste parole – il destino dei deboli. Per qualcosa di vincere, c’è bisogno di morire», – ha detto Mickle.

Secondo lui, Lobanovsky è stato difficile e impegnativo uomo.

«Per quanto riguarda il lavoro, il risultato, la squadra non stava andando a compromessi. Ha capito che da questo dipende anche non oggi – domani», – ha detto il calciatore.

Parlando di allenamento Lobanovskiy, Mickle ha sottolineato che lo ha speso un sacco di test.

«Scorrendo i test, è in anticipo di circa sapeva quante miglia sono, quanti – Bob Rac, quanto – Vania Yaremchuk o Vadik Evtushenko. Lui lo sapeva, ma per tutto il tempo spinto in avanti, per noi è uscito di tutto per ancora e ancora migliorato. Non test condotto – ha carattere allenato. Per poter lavorare al limite», – ha detto il calciatore.

Mickle: Voglio hper il presidente è stato mio figlio. Leggi la versione completa dell’intervista

Lobanovsky è stato il capo allenatore della Dynamo kiev dal 1973 al 1982°, dal 1984 al 1990 e dal 1997 al 2002. Ha anche allenato la nazionale dell’Unione Sovietica e della nazionale Ucraina.




L’ex calciatore e allenatore della Dynamo kiev Mickle: Per vincere, c’è bisogno di morire 07.02.2018

0
Февраль 7th, 2018 by