L’ex capo di «san Michele» arrestato e portato in tribunale per la decisione di modifica della misura di prevenzione

Le forze dell’ordine arrestato e portato in tribunale l’ex presidente della banca «san Michele» di Igor Doroshenko per risolvere il problema di modifica di una misura di prevenzione con arresti domiciliari per detenzione, ha riferito il portavoce della procura di Kiev Speranza Максимец.

«L’ex-presidente del consiglio di amministrazione della banca «san Michele» Doroshenko arrestato e portato in tribunale per partecipare all’udienza di modifica di una misura di prevenzione con arresti domiciliari per detenzione», ha scritto Максимец nella sua pagina Facebook il martedì sera.

Doroshenko, è stato arrestato il 12 agosto 2016, con l’accusa di appropriazione indebita di 870 milioni di grivna, e portare la banca «san Michele» al fallimento. Nel mese di agosto tribunale distrettuale di Kiev Shevchenko ha esteso il suo arresto con l’impegno 137,8 milioni di grivna fino al 7 dicembre.

Il 3 dicembre la corte ha preso la decisione di liberare Doroshenko, di guardia e di applicare una misura di restrizione in forma di visione di arresti domiciliari.

27 gennaio Doroshenko non si è presentato al magistrato della procura per l’annuncio di una nuova sospetti (tranne il furto di proprietà inoltre è accusato di portare la banca in fallimento). Come ha detto l’ex capo della banca nella sua pagina «Facebook», è il momento si trovava in ospedale.




L’ex capo di «san Michele» arrestato e portato in tribunale per la decisione di modifica della misura di prevenzione 31.01.2017

0
Январь 31st, 2017 by