L’occidente non è pronto a stimolare la corruzione del sistema, creata dal presidente – Belkovsky della decisione della Commissione europea di non destinare l’Ucraina, la terza tranche

L’occidente fa capire il presidente dell’Ucraina Pietro Poroshenko, che va lungo la strada del suo predecessore, Viktor Yanukovich, ha detto in un commento pubblicazione di «GORDON» il politologo russo Stanislav Belkovsky, commentando la decisione della Commissione europea di non destinare l’Ucraina, la terza tranche di assistenza macrofinanziaria.

«L’occidente invia un segnale che non gli piace quello che sta accadendo in Ucraina e non mi piace che il presidente si trasforma in Yanukovich-lite. Questo è quello che non ho mai capito Putin (presidente della federazione RUSSA Vladimir Putin. – «GORDON»), quando sono chiesto: perché non ha rapporti con l’Occidente? Lo stesso accade con Poroshenko. Rapporti con l’Occidente possono essere costruiti solo su comuni valori. E la lotta alla corruzione è incondizionato di indiscutibile valore. Si, io e ancor di più i governi occidentali vediamo che la lotta contro la corruzione in Ucraina non si verifica. Al contrario, si è aggravata. E questo incide negativamente sulle relazioni tra l’Ucraina e l’Occidente. Anche nonostante il fatto che in ucraino-russo di conflitto i paesi occidentali sostengono di Kiev, e non Mosca», – ha sottolineato Belkovsky.

Secondo lui, l’Occidente non vuole stanziare i fondi paese, la cui gestione è coinvolto nella corruzione.

«L’occidente non è pronto a stimolare la corruzione del sistema, creata dal presidente dell’Ucraina in precisione sui modelli del suo predecessore. Ovest in linea di principio, comunque. In Russia tutti pensano che il loro paese è molto importante per l’Occidente. Ma questo non è assolutamente vero. E ‘ lo stesso qui: non c’è bisogno di pensare che i leader occidentali si addormentano e si svegliano con i pensieri sull’Ucraina. Nel conflitto con la RUSSIA l’Occidente, sicuramente, sul lato dell’Ucraina. Ma lui non è pronto a sostenere il regime corrotto», – ha detto l’analista.

A suo parere, il presidente dell’Ucraina ha intenzione di liquidare Nazionale anticorruzione escursioni.

«Poroshenko in realtà ha preso la linea per la distruzione di NABOO, che è stato creato sotto la pressione partner occidentali. A mio parere, il concetto stesso di onnipotente presidente per l’Ucraina si è esaurito. L’ucraina è abbastanza maturo per essere una repubblica parlamentare. E il presidente del paese, non deve essere un uomo, per cui questo post è un modo per consolidamento aziendale e la concentrazione dei flussi finanziari nelle proprie mani. L’europa non ama, e, purtroppo, Poroshenko non capisce. Egli ritiene che il conflitto con la RUSSIA giustifica tutto. Non è così. Con la Russia potrebbe essere in conflitto anche se Zimbabwe, ma questo non significa che l’Occidente sarà mantenere la loro» – ha concluso Belkovsky.

Nel mese di maggio 2015, l’Ucraina e l’UE hanno firmato un memorandum sulla concessione di assistenza macrofinanziaria per un importo di €1,8 miliardi di Questo credito, che si distinguono in tre rate di €600 milioni ogni.

La prima tranche di Kiev ha ricevuto nel 2015. L’assegnazione della seconda tranche periodicamente stata rinviata a causa del fallimento Ucraina dei suoi obblighi secondo il memorandum.

16 marzo 2017, la Commissione europea ha formalmente approvato Ucraina la seconda tranche di assistenza macrofinanziaria a €600 milioni.

Il 22 novembre il capo della delegazione dell’unione Europea Hugues Mingarelli ha detto che l’Ucraina perderà la possibilità di ottenere la terza tranche di €600 milioni, se nel prossimo futuro non eseguirà quattro requisiti: abolizione del divieto di esportazione di tronchi, avvio automatico controllo elettronico delle dichiarazioni, l’adozione della legge sul credito di registro NBU e il controllo delle informazioni sui proprietari effettivi delle società.

24 novembre Poroshenko al vertice del «partenariato Orientale», ha detto che l’Ucraina e l’unione Europea hanno raggiunto un accordo su un programma di assistenza macrofinanziaria al 2018-2019 anni. Egli ha sottolineato che prevede tre tranche. Poroshenko non ha chiamato l’importo specifico, ma ha detto che i volumi saranno circa gli stessi, come nel precedente programma di aiuti da parte dell’unione EUROPEA. Il ministro delle finanze Oleksandr Daniluk ha riferito che l’Ucraina prevede di ottenere €1,8 miliardi.




L’occidente non è pronto a stimolare la corruzione del sistema, creata dal presidente – Belkovsky della decisione della Commissione europea di non destinare l’Ucraina, la terza tranche 01.12.2017

0
Декабрь 1st, 2017 by