Maduro non ha intenzione di rinunciare alla convocazione di un’assemblea costituente per modificare la costituzione

Il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro non ha alcuna intenzione di abbandonare i piani di convocare una assemblea costituente per modificare la costituzione del paese, riferisce El Nacional.

Ha assicurato che andrà di questo passo «per l’indipendenza e la sovranità» del Venezuela. Secondo Maduro, il suo «non mi interessa quello che dice l’Europa».

Il presidente del Venezuela ha protestato, che l’alto rappresentante dell’UE per gli affari esteri e la politica di sicurezza Federica Mogherini ha criticato la sua intenzione di convocare l’assemblea costituente.

«Oggi è andato a Federica Mogherini, per dare ordini al governo del Venezuela. Che faccia tosta. Essi pensano che siamo nel 1809? Venezuela – libero e sovrano di un paese, e non una colonia dell’unione Europea», ha sottolineato.

Dall’inizio di aprile in Venezuela si svolgono manifestazioni anti-governative. Nel mese di maggio le proteste si sono intensificati dopo che il presidente Maduro ha deciso di convocare una assemblea costituente per modificare la costituzione del paese. I manifestanti accusano il governo di creare una dittatura e chiedono il rilascio di prigionieri politici.

Secondo i dati dell’organizzazione non governativa «Venezuelana penale forum», dal 1 ° aprile gli agenti di polizia sono stati arrestati quasi 3 mila persone, di cui 360 si presentarono davanti a tribunali militari. In scontri con le forze di sicurezza hanno ucciso almeno 65 persone, più di mille feriti.

Il 17 luglio il presidente degli stati UNITI, Donald Trump ha minacciato di Maduro «potenti e veloci economiche azioni», se il 30 luglio si decide di convocare l’assemblea costituente.




Maduro non ha intenzione di rinunciare alla convocazione di un’assemblea costituente per modificare la costituzione 18.07.2017

0
Июль 18th, 2017 by