Меджлису sarà concesso lo status di ente pubblico dell’Ucraina — Логвинский

Le conseguenze нелегитимного giudicare dalla majlis nel occupata Crimea saranno repressive del tartaro di crimea per il popolo. Giovedi, 14 marzo 2016, durante la tavola rotonda «il Divieto di Majlis in Crimea — per ignorare i diritti delle persone indigene di autodeterminazione dei popoli e la violazione del diritto internazionale del lavoro il potere», ha detto il deputato dell’Ucraina Giorgio Логвинский («fronte Popolare»), riferisce «15 minuti»

«Dal punto di vista del diritto la corte non è legittima. Tuttavia, è importante capire che ogni azione ha i suoi obiettivi. Qui tutto è semplice: una volta che sarà la decisione della corte, anche il viso, che saranno associati dalla majlis, cadranno sotto la persecuzione ai sensi del codice penale della federazione RUSSA», — ha detto Логвинский.

Secondo il deputato, il Majlis è «l’osso in gola» per chi gestisce il occupazionale autorità della Crimea.

«In questo momento stiamo sviluppando un disegno di legge su come conferire lo status di ente pubblico Меджлису. Già allora, non sarà più possibile vietare l’ente nazionale di tutto il paese. Allora c’è bisogno di chiamare in tutto il paese estremista», ha riferito il Логвинский.

A sua volta il deputato dell’Ucraina, il presidente del Majlis del tartaro di crimea persone Рефат Чубаров espresse l’opinione che la comunità internazionale non è in grado di proteggere dei tartari della crimea, che sono repressi in Crimea da parte di occupazione delle autorità russe. «Sul territorio occupata Crimea oggi ci sono le di gruppo, che sono oggetto di un mirato aggressive politiche di occupazione delle autorità, in particolare, questo крымскотатарский popolo», — cita il suo UNIAN.

«Oggi i tartari di crimea di pagare gli occhi di tutto il mondo per la sua coerenza, per la sua posizione, che coincide con la posizione della comunità mondiale, che si basa su valori internazionali, e in questo momento la comunità mondiale non è in grado di proteggere queste persone», ha sottolineato il Чубаров.

«Quando si parla di strumenti utilizzati dalla comunità internazionale, dobbiamo riconoscere che sono inefficienti dal punto di vista della protezione delle persone, che oggi subiscono la repressione nei territori occupati e in particolare in Crimea», ha aggiunto Чубаров.

A suo parere, la Russia, è necessario forzare a partecipare ai negoziati, in cui si parlerà di деоккупации Crimea.

«Se il potere ha preso la nostra idea sulla creazione di rilievo internazionale, dove saranno affrontate questioni деоккупации Crimea, ora è necessario, per questo tema non è stato solo invulnerabile. In realtà bisogno di una tale piattaforma il più presto possibile creare», — ha sottolineato Чубаров.

«Abbiamo, in particolare, è stato il dibattito in Ankara, quando alcuni politici, con fervore di sostenere questa idea, hanno detto che sarà una piattaforma per il dialogo con la Russia su varie questioni relative ai diritti umani, con l’interazione dei paesi del bacino del mar nero con la Russia, sono stato costretto a dire che questo giochi viene creato con un solo scopo — per discutere деоккупации di Crimea, il ritorno della Crimea (Ucraina — editor)», — ha sottolineato Чубаров.

«In questione, che allora la Russia non si siede per questo pad, sono stato costretto a dire che questo è il nostro compito di convincere la Russia a prendere per il pad, in cui sarà discussa la questione di principio – la domanda di ritorno della Crimea. Senza soluzione di tale questione parlare della possibilità di garantire i diritti umani, le condizioni per la sicurezza regionale e mondiale, mi sembra che questo sarà tutto inutile», — è convinto il capo Majlis.

Ricordiamo, 3 marzo «Верховый corte di Crimea», ha iniziato l’esame della richiesta di riconoscimento di un’associazione di volontariato «Majlis turco-tartaro popolo» estremista organizzazione e il suo divieto sul territorio della federazione RUSSA. La querela è stata depositata «il procuratore della repubblica di Natalia Поклонской. L’imputato favorito il primo vice presidente del Majlis Nariman Джелял, che rappresenta gli interessi dell’organizzazione in Crimea.

Il 7 marzo presso il Majlis selezionato sede a Simferopol.

Se questo è il più attivo e conosciuto i dirigenti Majlis ecco già due anni esposti coerente la repressione da parte degli occupanti. Чубарову, ma anche nazionale leader dei tartari della crimea a Mustafa Джемилеву, «ufficialmente» vietato l’ingresso sulla penisola, Ленура Ислямова — confiscati beni, e il vice primo capo di governo dell’organizzazione Ahmet Чийгоз si trova sotto «arresti domiciliari».




Меджлису sarà concesso lo status di ente pubblico dell’Ucraina — Логвинский 14.03.2016

0
Март 14th, 2016 by