Mei: dobbiamo aprire gli occhi sulla validità di tali paesi ostili, come la Russia

Il primo ministro Britannico, Theresa May, prima dell’inizio del vertice del partenariato Orientale a Bruxelles ha definito la Russia «ostile paese», che minaccia la crescita potenziale «partenariato Orientale». La comunicazione con i giornalisti è stato trasmesso sul sito del consiglio Europeo.

«Il vertice di oggi, per fare il punto e guardare al futuro, per capire come possiamo risolvere i complessi problemi connessi con la sicurezza, e con lo sviluppo. Dobbiamo aprire gli occhi sulla validità di tali paesi ostili, come la Russia, che minacciano la crescita potenziale «partenariato Orientale» e che cercano di rompere i nostri collettivi punti di forza», ha affermato.

Mei ha sottolineato che il regno Unito «incondizionatamente impegnata» per la sua leadership in materia di mantenimento della sicurezza dei paesi europei.

«Siamo in grado di lasciare l’unione Europea, ma non lasciamo l’Europa», – ha detto il premier britannico.

Oggi a Bruxelles si svolge il vertice del partenariato Orientale. I capi di stato e di governo dei paesi membri dell’UE discuteranno con i rappresentanti di Ucraina, Moldavia, Georgia, Armenia, Azerbaigian e Bielorussia ulteriormente la cooperazione. L’ucraina al vertice è il presidente Poroshenko.

Il «partenariato orientale» – il progetto dell’unione Europea, con il principale obiettivo dichiarato di sviluppo di integrazione di relazioni dell’UE con i sei paesi dell’ex unione SOVIETICA: l’Ucraina, la Moldova, la Georgia, l’Azerbaigian, l’Armenia e Bielorussia.




Mei: dobbiamo aprire gli occhi sulla validità di tali paesi ostili, come la Russia 24.11.2017

0
Ноябрь 24th, 2017 by