Ministero della giustizia: l’occupazione della Crimea preparato al Cremlino ancora prima dell’inizio della Rivoluzione della Dignità, della prova trasmessi alla corte Europea

Il ministero della giustizia, in stretta collaborazione con le altre autorità competenti ha raccolto e consegnato alla corte Europea dei diritti dell’uomo enorme quantità di prove e preparazione da parte della Federazione Russa di un blitz per l’occupazione di territori ucraini. Su questo 9 febbraio 2017, durante una conferenza stampa dedicata ai risultati delle attività del ministero della Giustizia nei tribunali internazionali, il ministro della giustizia Paolo Petrenko.

«La cosiddetta versione della Federazione Russa, che sono emotivamente risposto alla Rivoluzione della Dignità e proprio per questo hanno contribuito i loro «fratelli» in Crimea, con la realizzazione di «referendum», è una totale assurdità. Russia preparava la cattura dell’Ucraina e la fase attiva di questo processo è iniziato nel 2013″, — cita il ministro il sito ufficiale del demanio.

Secondo lui, negli ultimi anni ha raccolto un gran numero di prove per fatti di occupazione della Crimea, che già depositate in CORTE nell’ambito di casi contro la Russia. «Abbiamo prove documentate che la Federazione Russa terzi ha aumentato il contingente militare. Inoltre, essi hanno condotto attiva sovversive e il lavoro di intelligence autorità locale di Crimea, che è ben documentato. Ci sono esattamente conosciuti cognome funzionari della federazione RUSSA, che prima della Rivoluzione della Dignità coordinato questa operazione speciale. Inoltre, c’è la testimonianza di testimoni e una serie di prove documentali, la cattura di prigionieri civili e di applicare a lui la tortura», — ha sottolineato il ministro della giustizia.

Inoltre, su queste preparazioni è stato informato l’allora presidente dell’Ucraina , Viktor Yanukovich, il quale non solo non ha lasciato l’attuazione di questo piano di uno stato aggressore, ma, al contrario, forniva i russi completo promuovere, passa «Ліга.net».

«In realtà sono (Yanukovich e il suo entourage, ndr.) hanno contribuito, in Crimea, nel corso del 2013 si è evoluta preparazione per la cattura. Tutte queste prove abbiamo presentato in CORTE», — ha detto il ministro.

A suo parere, tutte queste informazioni sono confermati i dati dei servizi di sicurezza ucraini, forze dell’ordine, le deposizioni di testimoni e materiali documentari, che è riuscito a ottenere Giustizia.

Egli ha ricordato che attualmente presentata cinque dichiarazioni dell’Ucraina contro la Russia nella CEDU. Si tratta di due affermazioni riguardanti l’occupazione della Crimea nel periodo da febbraio a settembre 2014 e da settembre 2014 per l’estate 2015. Ancora due dichiarazioni riguardano eventi nel Donbass e l’inizio effettivo della guerra della Russia contro l’Ucraina sul territorio di Lugano e Donetsk aree in quegli stessi periodi. Il quinto dichiarazione — è il caso di bambini orfani. L’ultimo caso è estremamente importante dal punto di vista della prova di un fatto, la cooperazione della RUSSIA con le organizzazioni terroristiche «DNR» e «LC». «Abbiamo la prova inconfutabile che è ufficiale autorità di frontiera della Federazione Russa perso e ha contribuito illegale di rapimento di bambini ucraini e trasporto sul territorio della federazione RUSSA», — ha aggiunto Petrenko.

Ora l’Ucraina continua la preparazione della sesta causa.




Ministero della giustizia: l’occupazione della Crimea preparato al Cremlino ancora prima dell’inizio della Rivoluzione della Dignità, della prova trasmessi alla corte Europea 10.02.2017

0
Февраль 10th, 2017 by