Насалик: l’Ucraina può recedere dal carbone, di Polizia

In Ucraina risorse sufficienti per abbandonare il carbone antracite gruppo, che provengono dalla regione del Donbass, in caso di adozione di una soluzione politica. Lo ha detto il ministro dell’energia e dell’industria del carbone Igor Насалик in onda su canale «1+1».

«Se verrà presa una decisione politica, e a livello di stato diranno, blocchiamo e non esce più nessun scambio di merci, in Ucraina, le risorse per uscire completamente senza antracite gruppo», — ha detto il ministro.

Tuttavia, egli ha anche sottolineato che in caso di rifiuto dovrà trovare 15 miliardi di fondi aggiuntivi.

«Bisogna subito capire, si tratta di 15 miliardi di fondi aggiuntivi e dobbiamo capire che questi 15 miliardi … per cui il punteggio più alto sarà», ha detto Насалик.

Secondo il ministro, questi 15 miliardi cadrà sulle spalle dell’economia e dei consumatori.

In precedenza il primo ministro dell’Ucraina Vladimir Groysman ha detto che l’ottenimento di carbone al di fuori del controllo dei territori in Transcarpazia al momento non ci sono alternative.

Ricordiamo, nel 2014, a seguito di un conflitto militare 88 miniere di carbone si sono trovati a non controllata Ucraina territorio della regione del Donbass. Pertanto, nazionali TPP per la prima volta dopo l’indipendenza si trovano ad affrontare carenza di carbone, e la popolazione passò sotto la minaccia di blackout di energia elettrica. Per evitare questo, il governo nell’estate 2014 ha deciso di acquistare il carbone in Sud Africa. E nel mese di agosto 2014 l’impresa di stato «Ukrinterenergo», ha concluso un accordo con la british Steel Mont Trading per la fornitura di 250 mila tonnellate di carbone sudafricano. Successivamente la procura generale ha accusato la dirigenza statale che cattiva qualità del carbone acquistato per gonfiati (10-15 dollari per tonnellata) prezzi bassi e non brucia in ucraino stazioni.

In quel periodo inoltre è stato segnalato che l’acquisto di carbone per i sudafricani o russi — non è l’unico modo per risolvere i problemi di ucraini TPP antracite, perché antracite è possibile importare e con territori occupati di Polizia. Приверженц questo metodo di approvvigionamento di carbone ha sottolineato che in caso di successo dei negoziati con gli occupanti questo carbone trattato sarebbe Ucraina è molto più conveniente che il russo o africano.

Tuttavia, il governo ucraino inizialmente si trovava su posizioni che comprare il carbone ai separatisti — una cattiva idea, i funzionari ucraini nel corso dell’ultimo anno hanno fatto un sacco di dichiarazioni di inammissibilità di cooperazione con i separatisti. Tuttavia, prima dell’inizio della stagione di riscaldamento 2015-2016 il governo ha cominciato a riconoscere che senza la fornitura dei occupata di Polizia non può fare a meno.

In precedenza, nel maggio del 2015 il consiglio dei ministri ha incontrollabili territorio a est del paese di un mercato comune dell’energia dell’Ucraina, affidando энергоснабжающие società «DTEK Донецоблэнерго» e «Lugansk energetico associazione» acquisto di energia elettrica da aziende locali e la contabilità separata. Ha sottolineato che questa decisione entra in vigore dal 7 maggio 2015 e valida fino al pieno ripristino dell’ordine costituzionale Ucraina incontrollata del territorio.

Più tardi, dopo tre mesi, il consiglio dei ministri ha approvato lo schema di esportazione di carbone dalla zona di ATO attraverso il territorio Russo. L’allora ministro dell’energia e dell’industria del carbone Vladimir Egli ha osservato che il concordato lo schema di smaltimento attraverso il territorio della federazione RUSSA prevede la fornitura di carbone non a Lugansk TPP, come era in precedenza, e in TPP, che lavorano nel sistema di alimentazione integrato dell’Ucraina.




Насалик: l’Ucraina può recedere dal carbone, di Polizia 10.02.2017

0
Февраль 10th, 2017 by