Nevzorov: Io in tutte le istituzioni statali e luoghi pubblici Russia mi salutava: «Gloria all’Ucraina». Nessuno ha sollevato un grido

Élite russe capire la tragedia e la follia della situazione con l’aggressione contro l’Ucraina e rapidamente si risistemano, quando la direzione politica del paese cambierà. Questo parere è stato espresso pubblicista russo Alexander Nevzorov commenti a «opzioni internet».

«C’è una quantità enorme di non pensanti e non di persone autosufficienti. Sono molto veloce per cambiare il loro punto di vista durante la ricreazione vettore politico. Quando tutto è cominciato – mi riferisco a un evento tra la Russia e l’Ucraina sono praticamente in tutte le istituzioni statali e luoghi pubblici Russia saluto – sai come? Soprattutto con alti funzionari. Io mi salutava: «Gloria all’Ucraina». E nessuno ha mai sollevato un grido, solo detto: «Glebovich, hush-hush, ma che dici?» E ridacchiò», – ha detto ha detto.

Pubblicista ha sottolineato che la reazione degli interlocutori ha capito che quelli che non avvertono alcun disagio.

«Questo esperimento ho messo più volte con tutti i tipi di persone dei più diversi gruppi sociali e livelli. E sempre visto impaurita, ma molto divertente risposta. E questo non è assolutamente parla di una sorta di odio o di quello che qualcuno crede sul serio Ucraina nemico. Ecco non ho visto neppure una volta. E si tratta di persone dal consiglio dei ministri e a governatori e rappresentanti di business elite», – ha sottolineato ha detto.

Nevzorov ha spiegato che gli è stato interessante vedere la reazione e capire il loro «grado di malizia».

«Era solo: «oh, qualcuno sente». E io dico: «non Dobbiamo rispondere in questo modo, si dovrebbe rispondere: «gloria agli Eroi», – dopo di che tutto ha cominciato a ridere. Era la risata non è malvagio, ma semplicemente una risata normale e di un indirizzo di una persona che capisce la tragedia e la follia della situazione e sono contento che gli hanno dato almeno un attimo di respirare normalmente», ha detto.

Pubblicista ha aggiunto che non crede nei sondaggi russi, sociologi.

«No, in generale credo in loro, perché sono destinati a registrare una bugia. Non dimentichiamo che Nicola II è letteralmente a pochi mesi prima di essere ucciso è stato il punteggio di 98%. Ecco a voi la risposta», ha concluso.

In un sondaggio organizzazione di ricerca «Levada-center», condotta nel mese di dicembre 2017, i russi hanno chiamato i nemici principali di Russia, stati UNITI e Ucraina.

Nel mese di marzo 2014, la Russia ha annesso la penisola ucraina di Crimea, nel mese di aprile 2014 nella parte orientale dell’Ucraina è iniziato il conflitto. Combattimenti sono in corso tra le forze Armate dell’Ucraina e filo-russo militanti, che controllano parte delle regioni di Donetsk e Lugano aree.




Nevzorov: Io in tutte le istituzioni statali e luoghi pubblici Russia mi salutava: «Gloria all’Ucraina». Nessuno ha sollevato un grido 11.01.2018

0
Январь 11th, 2018 by