Oggi è in gioco il destino dell’Europa — Hollande

Il presidente Francese Francois Hollande ha detto parlando con i giornalisti dopo la prima parte del vertice UE, che l’Europa si deve costruire il proprio futuro, passa «Interfax-Ucraina».

Venerdì 3 febbraio, in una conferenza stampa a la Valletta (Malta), nell’ambito del vertice UE ha discusso la situazione intorno a soluzioni e le intenzioni della nuova amministrazione degli stati UNITI.

«Si può avere di 28 opinioni diverse, anche diversa valutazione dell’amministrazione Trump, che tra di noi non possono coincidere. Ma c’è un’unità dell’unione Europea, che richiede di adottare tutte le misure nei confronti di ciò che sta accadendo», − ha detto il presidente francese.

«La prima conclusione che si desidera fare, riguarda il fatto che anche nonostante il fatto che la NATO rimane transatlantico solidarietà, l’Europa deve organizzare la propria difesa nell’ambito di questa alleanza», ha sottolineato Hollande e ha aggiunto che è necessario «dichiarare come le prospettive dell’unione Europea».

Hollande ha sottolineato che gli stati membri devono rafforzare le loro le possibilità di difesa e «l’urgenza di fornire strategico autonomia» dell’unione Europea.

Secondo lui, questo dovrebbe essere fatto, in primo luogo, nell’interesse della sicurezza dell’Europa, che deve essere in grado di difendersi con le proprie forze», nell’ambito dell’alleanza», e, in secondo luogo, per dichiarare la posizione di il mondo.

Hollande ha anche detto che a fronte di una chiamata, di una sorta di comunicazione con l’elezione del presidente degli stati UNITI Donald Trump e le sue prime decisioni, i paesi dell’UE più necessario «formare europeo di risposta e di determinare prospettive di collaborazione principali dossier».

«Oggi è in gioco l’Europa, il suo destino. Questo il destino di identificazione non qualcun altro. Gli europei stessi devono sapere quello che vogliono», − ha sottolineato il capo di Francia.

«I paesi europei non possono rispondere separatamente, anche se ognuno ha la propria diplomazia e il desiderio di negoziare con Gli stati Uniti o altri paesi. Solo insieme possiamo avere la forza necessaria e la capacità di affermare i nostri interessi e valori», ha sottolineato Hollande.

In precedenza il primo ministro della Slovenia ha detto che il problema dei migranti può distruggere l’unione EUROPEA. E il presidente del consiglio Europeo Donald Tusk nel processo di preparazione per il vertice UE a Malta il 3 febbraio ha inviato una lettera 27 leader dei paesi dell’unione Europea (senza regno unito), in cui ha avvertito sul rischio in caso di scioglimento unione di cadere nella dipendenza da stati UNITI, Russia e Cina.




Oggi è in gioco il destino dell’Europa — Hollande 04.02.2017

0
Февраль 4th, 2017 by