Ogryzko di ridurre il numero dei diplomatici americani in RUSSIA: È il passaggio a una nuova una prolungata crisi tra Occidente e Russia

La riduzione del numero dei diplomatici americani in RUSSIA testimonia la transizione a una nuova una prolungata crisi tra Occidente e Russia, ha detto in un commento all’agenzia UNN l’ex ministro degli esteri di Ucraina, Vladimir Ogryzko.

«Questo significa che tutte le speranze del Cremlino che è possibile usare in qualche nuova amministrazione per i propri scopi, e definitivamente fallito. Questo, a mio parere, è il passaggio a una nuova una prolungata crisi non solo nelle relazioni usa-russia, ma anche nei rapporti tra l’Occidente e la Russia in generale», ha sottolineato.

Ogryzko ha aggiunto che le nuove sanzioni nei confronti della federazione RUSSA, adottate dal Congresso degli stati UNITI, indicano che «la Russia non può ora di scrollarsi di dosso quello che sta facendo, e per questo dovrà pagare».

«Putin, onestamente, non rimane non solo vincenti, e in generale carte in mano, e quello che sta facendo, è un lavoro esclusivamente all’interno del pubblico, dicono, siamo ancora forti, ancora la faremo, anche se la mostra non ha nulla «, – ha aggiunto l’ex ministro.

Nel mese di dicembre 2016 nell’ambito di un pacchetto di sanzioni contro la federazione RUSSA, le autorità STATUNITENSI hanno sequestrato due residenze di campagna diplomatici russi a New York e Maryland. Inoltre, il dipartimento di Stato degli stati UNITI ha dichiarato persona non grata 35 diplomatici russi. In una dichiarazione, il presidente del Dipartimento di stato Mark Toner ha detto che le loro azioni «non conformi diplomatico o consolare stato».

Nel mese di maggio 2017 assistente del presidente della federazione RUSSA Vladimir Putin, Yuri Ushakov ha detto che la Russia attende la restituzione della proprietà negli stati UNITI, e ha minacciato di contro misure.

25 luglio Camera dei rappresentanti del Congresso degli stati UNITI ha sostenuto il disegno di legge sulle nuove sanzioni nei confronti della Russia, dell’Iran e della COREA del nord. Il 27 luglio le nuove sanzioni, ha sostenuto il Senato. Avanti il disegno di legge deve procedere all’approvazione del presidente degli stati UNITI Donald Trump.

Secondo l’iniziativa, si propone di ridurre la durata massima di finanziamento sul mercato delle banche russe, sotto sanzioni, fino a 14 giorni, mentre per le aziende del settore oil and gas – fino a 30 giorni. Il documento suggerisce anche che il presidente degli stati UNITI può applicare sanzioni a persone che intendono investire nella costruzione di russi esportazione di tubazioni di più di $5 milioni all’anno o $1 milione per volta.

Il disegno di legge obbliga il presidente degli stati UNITI in anticipo accordo con il Congresso per qualsiasi mitigazione o annullamento delle sanzioni. Il capo della casa Bianca non è in grado di prelevare le misure restrittive personali decreto, come era prima.

In risposta alle nuove sanzioni degli stati UNITI, la Russia ha selezionato americana дипсобственность a Mosca e ha chiesto di ridurre il numero dei diplomatici americani in RUSSIA fino a 455 persone.




Ogryzko di ridurre il numero dei diplomatici americani in RUSSIA: È il passaggio a una nuova una prolungata crisi tra Occidente e Russia 31.07.2017

0
Июль 31st, 2017 by