Organizzazioni ebraiche hanno condannato la videoperformance di nudo, che è stato girato nella camera a gas del campo di concentramento «Штуттгоф»

L’Organizzazione israeliana di sopravvissuti all’Olocausto e il Centro Simon Wiesenthal richiedono, da parte del presidente Polacco Andrzej Duda spiegare chi ha permesso sperimentale filmati sul territorio dell’ex campo di concentramento «Штуттгоф». Questo era il 29 novembre, ha riferito The Times of Israel.

La videoperformance «Gioco a rincorrersi» mostrato nel 2015 al Museo di arte contemporanea di Cracovia. Nel video un paio di nudi di uomini e donne corrono uno dietro l’altro in una stanza con pareti in calcestruzzo. Solo ora noto che il video è girato in una camera a gas «Штуттгофа», che si trova vicino a Danzica.

L’esposizione chiuso a causa delle proteste della comunità ebraica di Cracovia, ma poi hanno ripreso – nell’ambito di «protezione del diritto alla libertà di espressione degli artisti», si legge in una pubblicazione.

Il capo di gerusalemme uffici del Centro Simon Wiesenthal Ephraim disegno, come si dice ha definito la mostra «disgustoso».

«Questo è un insulto per le vittime e tutti coloro che hanno un’idea di moralità e di morale», ha detto.

«Notizie ebraica», che scrive l’autore del video è un artista Artur Zmijewski. Si documenta sulla foto e videocamera azioni provocatorie performance, che spesso sono improvvisazioni e sociali esperimenti. In una delle sue opere coro dei segni gente cantava la messa, in un altro hanno partecipato persone con amputati. Zmijewski rappresentato la Polonia alla biennale di Venezia nel 2005.

Campo di concentramento nazista «Штуттгоф» è stato creato nel 1939 sul territorio occupato il Terzo reich Polonia. Negli anni della Seconda guerra mondiale in questo campo, ha colpito circa 110 mila detenuti, di cui circa 65 mila morti. Attualmente è un museo.




Organizzazioni ebraiche hanno condannato la videoperformance di nudo, che è stato girato nella camera a gas del campo di concentramento «Штуттгоф» 01.12.2017

0
Декабрь 1st, 2017 by