Pashinsky: Se l’Ungheria e continuerà a comportarsi così nei confronti dell’Ucraina, la NATO cambierà il regolamento

Kiev non cedere al ricatto dell’Ungheria, заблокировавшей febbraio riunione NATO – Ucraina, ha detto in un commento pubblicazione di «GORDON» del popolo del «fronte Popolare», il presidente del comitato parlamentare per le questioni di sicurezza nazionale e di difesa, membro parlamentare del consiglio NATO – Ucraina Sergey Pashinsky.

«Non vorrei drammatizzare. Il motivo del conflitto tra l’Ucraina e l’Ungheria è noto a tutti – è la legge «Sull’istruzione». Ci sorprende la posizione dell’Ungheria, che ha preso la distruttivo posizione. L’ucraina non cedere al ricatto. Inoltre, tutti sanno che ci sono soluzioni dell’unione Europea, della commissione di Venezia e più della NATO verso l’Ungheria, dove la guardia contro l’uso di meccanismi giuridici per ricattare l’Ucraina. L’alleanza ha dato capire, che non permette di utilizzare come strumento di pressione su Kiev. Quindi io non vedo un problema grave», – ha detto il vice del popolo.

Secondo lui, il presidente dell’Ucraina Pietro Poroshenko abbastanza chiara posizione in questa situazione.

«La posizione del presidente Poroshenko in questa materia abbastanza forti. Se l’Ungheria e continuerà a comportarsi così nei confronti dell’Ucraina, la NATO cambierà il regolamento. Anche da un punto di vista più di Ungheria tali azioni illogiche. L’ucraina ha già da tempo non è un oggetto, ma un soggetto di politica estera. Piaccia o no – siamo la vera forza geopolitica in Europa orientale. Sì, e in Europa in generale. Lo capiscono compresi nella NATO», – ha concluso Pashinsky.

Dopo aver ricevuto il 5 settembre in seconda lettura e in generale della legge «Sull’istruzione», che ha ampliato l’uso della lingua ucraina in formazione, Ungheria ha espresso la sua preoccupazione sul futuro della minoranza ungherese in Ucraina.

Il 26 settembre presso il ministero degli esteri Ungherese ha avvertito che saranno bloccare qualsiasi ulteriore avvicinamento dell’Ucraina e l’UE a causa della legge «Sull’istruzione».

Il 27 ottobre il ministro degli esteri Ungherese Peter Сийярто ha detto che Budapest ha parlato contro la riunione della commissione del 6 dicembre 2017 a Bruxelles. Un portavoce della NATO ha riferito un corrispondente UNIAN, che l’incontro non era previsto per dicembre.

Secondo l’ucraino, il vice-ministro per gli affari europei e dell’integrazione euro-atlantica Ivanna Климпуш-Цинцадзе, NATO preoccupati per il comportamento di Ungheria in relazione con la legge ucraina «Sull’istruzione».

7 febbraio, il vice capo del Ministero degli esteri di Ucraina Vasyl Bodnar dopo l’incontro a Uzhgorod con il vice ministro dell’economia esterna e degli affari esteri d’Ungheria Левенте Модерой ha detto che Kiev e Budapest hanno concordato una posizione chiave per quanto riguarda risolvere il problema della lingua.

8 febbraio presso il ministero degli esteri di Ungheria smentito di aver raggiunto un accordo con l’Ucraina per la lingua norme di legge «Sull’istruzione».




Pashinsky: Se l’Ungheria e continuerà a comportarsi così nei confronti dell’Ucraina, la NATO cambierà il regolamento 09.02.2018

0
Февраль 9th, 2018 by