Portnikov: il Cremlino cerca di sbarazzarsi di sanzioni, ma così, per Putin non sembrava umiliato

La prima reazione del presidente Russo Vladimir Putin ha accettato americano parlamento il disegno di legge sulle nuove misure di impatto economico è stata la rabbia, ma poi il Cremlino inizierà a cercare le opzioni di uscita da sotto sanzioni. Questo in colonna per «Ligabusinessinform», ha scritto un commentatore politico Vitali Portnikov.

«La decisione di espellere i diplomatici americani e il congelamento diplomatica di proprietà – un segno di lancio. Putin come se riconosce che francamente stupido, quando non ha dato risposta alla recente decisione di Barack Obama nel vuoto sperando che l’amministrazione Donald Trump «tutto cambierà». Ma poi a poco a poco inizierà a venire che fa riflettere. E l’obiettivo principale della politica diventerà opzioni di ricerca salvare una persona del presidente della Russia – in caso di un cambiamento radicale della sua politica estera. In poche parole, il Cremlino cerca di sbarazzarsi di sanzioni, di negoziare con l’Occidente, ma per Putin non sembrava umiliato per la sua люмпенизированный «nucleare, l’elettorato» non ha capito che il padrone di casa ha perso, si è trasformato da lupo di barboncino», dice l’autore.

L’America ha in serbo tutta una serie di leve per la pressione sul Cremlino, e il Cremlino ha praticamente esaurito le leve per la pressione degli stati UNITI, ha sottolineato il browser.

«Putin ha dimostrato che è pronto a passare le «linee rosse». I suoi avversari sono avvisati, mezzi salvati. Quello che hanno capito negli ultimi anni, con lui non si può essere d’accordo su nulla, ha solo bisogno di spingere. Forse l’unico politico al mondo che non vuole accettare questo fatto evidente è Donald Trump. Ma dopo l’adozione del disegno di legge sulle sanzioni al Congresso corridoio di manovra per questa persona notevolmente ridotto», ha scritto Portnikov.

Tempo per selezionare l’opzione di mitigazione delle sanzioni del Cremlino un po’, ha detto.

«Se la ricerca sarà troppo lungo, questo porterà ad un ulteriore degrado dello stato russo, e alla fine – alla sua disintegrazione. Se questa opzione grado di trovare abbastanza rapidamente, il regime russo законсервируется, ma perderà lo status di serio regionale del giocatore. Un Putin si trasformerà in una sorta di Breznev, che garantisce al clan senza impedimenti opportunità доворовывания e risparmio bottino», – ha concluso Portnikov.

25 luglio Camera dei rappresentanti del Congresso degli stati UNITI ha sostenuto il disegno di legge sulle nuove sanzioni nei confronti della Russia, dell’Iran e della COREA del nord. Il 27 luglio per questo documento votato in Senato. Il disegno di legge iscritti per l’approvazione del presidente di Trump.

Le nuove sanzioni degli stati UNITI suggeriscono una riduzione del termine massimo di finanziamento sul mercato delle banche russe, sotto sanzioni, fino a 14 giorni, mentre per le aziende del settore oil and gas – fino a 30 giorni.

Nel documento si dice anche che il presidente degli stati UNITI può applicare sanzioni a persone che intendono investire nella costruzione di russi esportazione di tubazioni di più di $5 milioni all’anno o $1 milione per volta.

Il disegno di legge obbliga il presidente degli stati UNITI in anticipo accordo con il Congresso per qualsiasi mitigazione o annullamento delle sanzioni. Il capo della casa Bianca non è in grado di prelevare le misure restrittive personali decreto, come era prima.




Portnikov: il Cremlino cerca di sbarazzarsi di sanzioni, ma così, per Putin non sembrava umiliato 01.08.2017

0
Август 1st, 2017 by