Pukach ricalcolato il termine di conclusione secondo la «legge Savchenko»

L’ex-capo del dipartimento di sorveglianza del MINISTERO degli interni dell’Ucraina Alex Pukach, condannato per l’omicidio di un giornalista Georgy Gongadze, il tribunale ha contato il tempo di una condanna per «legge Savchenko». Su questo, citando la decisione, entrata in vigore il 15 dicembre 2017, riferiscono di «Ucraino».

Nei materiali, la corte afferma che il condannato si trovava sotto la custodia di 6,5 anni – dal 21 luglio 2009 al 6 gennaio 2016.

Il tribunale ha accolto la domanda di un avvocato Pukach e contato il periodo di soggiorno in CARCERE fino a 13 anni.

A partire dal 10 gennaio 2017, il condannato ha servito più di 14 anni di reclusione.

Pukach nel 2013 è stato condannato per l’omicidio del giornalista Georgy Gongadze all’ergastolo.

Il 6 gennaio 2016 la corte d’Appello di Kiev ha riconosciuto legittimo l’ergastolo Pukach.

Secondo la legge, dopo aver scontato almeno 20 anni di punizione assegnato il Pukach viene visualizzato il diritto di presentare una petizione di clemenza. Un atto di clemenza può sostituire l’ergastolo per la possibilità di uscire in libertà dopo un periodo di non meno di 25 anni.

Nel mese di dicembre 2017, il procuratore generale dell’Ucraina Yuriy Lutsenko ha detto che Pukach non ha accettato una riduzione della pena in cambio di informazioni sui clienti del crimine.

Gongadze, scomparso il 16 settembre 2000. Nel novembre dello stesso anno, in una delle foreste della regione di Kiev hanno trovato il suo corpo. Nel 2009 nella regione di Kiev hanno trovato i resti di un cranio, che, secondo l’esame, appartenevano a un giornalista.

Nel 2008 la corte ha riconosciuto colpevole di omicidio di Gongadze tre ex-dipendenti del MINISTERO dell’interno: Valeria Kostenko e Alessandro Popovich è stato condannato a 12 anni di reclusione, e Nicola Protasov – a 13. Nel 2015 Protasov morto a colonia.

26 novembre 2015, il Parlamento ha votato per la «legge Savchenko», secondo cui un soggiorno di un giorno in CARCERE conta per una due giorni di carcere in caso di condanna, prigioniero di una condanna. Co-autore del disegno di legge è stato deputato Speranza Savchenko, che in quel momento si trovava ai domiciliari in Russia. 18 maggio 2017 il Parlamento ha abolito questa norma.




Pukach ricalcolato il termine di conclusione secondo la «legge Savchenko» 11.01.2018

0
Январь 11th, 2018 by