Putin ha firmato la legge sul divieto di anonymizer

Il presidente Russo Vladimir Putin ha firmato una legge che vieta l’uso di tecnologie di accesso ai siti bloccati in Russia siti cosiddetti anonymizer. Il documento pubblicato sul portale di informazioni legali della federazione RUSSA.

Nella legislazione russa, sono state apportate modifiche, che stabilisce il divieto di utilizzo di sistemi informativi e programmi per accedere alle risorse di internet, il cui accesso sul territorio della federazione RUSSA è limitato.

Il documento introduce anche il divieto per gli operatori di motori di ricerca sul rilascio sul territorio della federazione RUSSA di link a risorse bloccate.

Identificare i proxy sono il servizio di sicurezza Federale e il ministero degli affari interni della Russia.

La duma di stato ha adottato la legge 21 luglio.

Il documento sul divieto di anonymizer è stato preparato dai deputati Maxim Кудрявцевым da «Russia Unita», Nicola Рыжаком da «Russia Giusta» e Alessandro Yushchenko dal partito COMUNISTA. In relazione al disegno di legge ha sottolineato che l’attuale nel corso degli ultimi anni il sistema dei blocchi «abbastanza efficace».

Nella Federazione Russa le norme sul blocco delle risorse di internet si applicano dal 2012. Con il pretesto di proteggere i bambini «da informazioni dannose per la loro salute e lo sviluppo», della federazione RUSSA ha introdotto la norma sul blocco extragiudiziali siti che diffondono «estremista informazioni» e gli appelli a disordini di massa. Il diritto di bloccare i siti hanno ricevuto, oltre a navi, il Procuratore generale della Russia, il fisco, Ronde e Strage, il MINISTERO dell’interno e il servizio Federale per il controllo della droga. Sulla base di questa legge, il Procuratore generale della federazione RUSSA ha chiuso opposizione siti di informazione «Facce.roux», «Kasparov.roux», «diario Quotidiano».




Putin ha firmato la legge sul divieto di anonymizer 30.07.2017

0
Июль 30th, 2017 by