Rappresentante permanente della Francia presso le nazioni unite ha detto che la situazione in Siria potrebbe portare alla disintegrazione del paese

La situazione in Siria potrebbe portare alla rottura di questo paese, ha dichiarato il rappresentante permanente della Francia presso le nazioni unite Francois Делаттр, secondo The Associated Press.

Secondo Делаттра, la Siria si trova al «bivio», con il peggior scenario – la pulizia etnica e la «frammentazione» del paese, e la migliore – una soluzione pacifica della situazione.

Делаттр ha detto che durante la riunione del Consiglio di Sicurezza delle nazioni unite, la Francia ha invitato la Turchia «ad agire con moderazione» in Siria.

Il 20 gennaio è iniziata operazione anti-terrorismo in Turchia contro i curdi in siria Afrin.

21 gennaio in Siria sono entrati carri armati turchi. La forza aerea della Turchia attaccava a 153 oggetti in regione. I MEDIA turchi hanno riferito che nella zona Африн le truppe turche si verificano insieme con l’esercito di liberazione Siriano e senza resistenza avanzato a 5 km di profondità nel territorio della Siria. Nell’operazione sono coinvolti mezzi corazzati, le forze speciali e la fanteria delle forze armate della Turchia. Хасакех ha detto in quel giorno, che l’attacco di militari turchi respinto.

La francia ha invitato a tenere una riunione di emergenza del Consiglio di Sicurezza delle nazioni unite a causa della situazione in Siria.




Rappresentante permanente della Francia presso le nazioni unite ha detto che la situazione in Siria potrebbe portare alla disintegrazione del paese 23.01.2018

0
Январь 23rd, 2018 by