Raul Castro ha denunciato il rifiuto di Trump dalla normalizzazione delle relazioni tra stati UNITI e Cuba

Il capo del consiglio di Stato di Cuba e leader del partito Comunista del paese, Raúl Castro, ha condannato la decisione del presidente degli stati UNITI Donald Trump abbandonare il riavvicinamento tra i due paesi. Su questo il leader cubano ha detto che il 14 luglio durante un discorso davanti all’assemblea Nazionale, riferisce la BBC.

Secondo Castro, «il tentativo di distruggere la rivoluzione» verranno a mancare. Egli ha anche notato che Trump usa «il vecchio e ostile retorica», tornando a «un confronto che è durato più di 55 anni».

Castro sicuro che Cuba e gli Stati Uniti «possono collaborare e vivere fianco a fianco, ma non si deve aspettare, che per questo ha bisogno di fare concessioni relativamente sovranità».

16 giugno Trump ha annunciato che annulla mosse unilaterali precedente amministrazione di Barack Obama per la normalizzazione delle relazioni con Cuba.

Nel mese di novembre 2016 Trump ha chiesto una revisione del trattato di normalizzazione delle relazioni con Cuba. L’amministrazione del presidente degli stati UNITI ha dichiarato che l’Avana dovrebbe aprire i mercati, garantire la libertà di religione e di porre fine altre violazioni dei diritti umani.

Nel mese di dicembre 2014, Washington ha annunciato ufficialmente l’inizio di una politica di riconciliazione con l’Avana. Cuba e gli stati UNITI hanno ricostruito le relazioni diplomatiche dopo 54 anni di pausa.

Il 20 luglio 2015 ufficialmente ripreso il lavoro dell’ambasciata degli stati UNITI e di Cuba. Anche i paesi hanno raggiunto un accordo sul rinnovo regolari commerciali di trasporto aereo e di un messaggio di posta.

Nel mese di gennaio 2017 Cuba e gli stati UNITI per la prima volta in 50 anni hanno concluso un accordo commerciale.




Raul Castro ha denunciato il rifiuto di Trump dalla normalizzazione delle relazioni tra stati UNITI e Cuba 15.07.2017

0
Июль 15th, 2017 by