Roan: Se la RUSSIA non cambierà l’approccio alla situazione in Ucraina, le sanzioni non solo, ma l’intero complesso delle misure di pressione su di lei

Le sanzioni con la RUSSIA non sarà rimosso fino a quando non sarà ripristinata la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina. Lo ha detto l’ambasciatore dell’Ucraina in stati UNITI Valery Roan 31 gennaio in onda su canale «112 Ucraina».

«Accogliamo con favore «del cremlino rapporto» – consolidato passo e potere legislativo – il Congresso e l’esecutivo – l’amministrazione del presidente degli stati UNITI Donald Trump per l’attuazione di sanzioni. Il chiarimento del ministero delle finanze e il dipartimento di Stato degli stati UNITI afferma chiaramente che la legge sulla lotta contro i nemici degli stati UNITI attraverso le sanzioni, e ci indica la Russia, adottato proprio a causa dell’aggressione russa contro l’Ucraina e l’annessione della Crimea, quindi è ovvio che saranno i passi successivi saranno ulteriori sanzioni alla lista o per un altro», ha detto il diplomatico.

Secondo l’ambasciatore, questo processo non si ferma senza «cambiare l’approccio della federazione RUSSA».

«Questo è l’escrezione delle truppe dal territorio ucraino, il ritorno di tutti i nostri prigionieri e detenuti, la chiusura della frontiera con l’aiuto della missione di pace delle nazioni unite o di altri meccanismi, ma il ritorno a una situazione, quando la sovranità dell’Ucraina e l’integrità territoriale verranno ripristinati. Altrimenti non solo sanzioni, ma l’intero complesso delle misure di pressione sulla federazione RUSSA», – ha detto Roan.

L’ambasciatore ha sottolineato che le sanzioni non si applicano in un attimo, ma la politica, che è stata condotta non anno, porta risultati.

Roan ha aggiunto che la parte segreta «del cremlino rapporto» non è meno importante di quella aperta.

Il 29 gennaio, il ministero del tesoro degli stati UNITI ha presentato al Congresso «cremlino rapporto» – elenco dei 114 alti funzionari e 96 oligarchi vicini a «al regime russo». Nella relazione sono menzionati tutti i russi, i ministri, gli assistenti e i consiglieri del presidente Vladimir Putin, il capo di Mosca e San Pietroburgo, ma anche uomini d’affari con lo stato di più di $1 miliardo.

Stesura della relazione ha richiesto la legge «Sulla lotta contro i nemici dell’America attraverso sanzioni» sull’introduzione di misure restrittive contro l’Iran, Russia e Corea del Nord.

Il presidente della federazione RUSSA Vladimir Putin ha detto che la Russia non rispondere alla «kremlin rapporto» degli stati UNITI.

Esperto Atlantic Council, Anders Aslund 31 gennaio, ha detto che la lista dei cari al regime di Putin oligarchi e funzionari «del cremlino rapporto» ha sostituito. Secondo Aslund, inizialmente nell’elenco sono stati specificati gli oligarchi e i funzionari, che hanno guadagnato la sua fortuna grazie alle relazioni con Putin.

«All’ultimo minuto qualche anziano uomo – chi, al momento non si sa – ha gettato tutto il lavoro di esperti e invece ha registrato i nomi di alti funzionari dell’amministrazione del presidente e del governo della Russia e 96 miliardari russi dalla lista Forbes», – ha detto l’esperto.




Roan: Se la RUSSIA non cambierà l’approccio alla situazione in Ucraina, le sanzioni non solo, ma l’intero complesso delle misure di pressione su di lei 01.02.2018

0
Февраль 1st, 2018 by