РосСМИ ha riferito di detenzione 47 ucraini di «cartelli». MINISTERO dell’interno: questa è una vittima della tratta di esseri umani

In Periferia di gestione per il controllo della droga MINISTERO dell’interno in collaborazione con il FSB liquidare internazionale cartello «industria chimica» con un fatturato annuo di oltre 2 miliardi di rubli, a seguito di un blitz arrestati 67 persone, 47 dei quali sono cittadini dell’Ucraina. Segnalato da «la verità Ucraino» con riferimento al fatto quotidiano e di un rappresentante del MINISTERO degli interni della federazione RUSSA Irina Lupo.

Il MINISTERO dell’interno dicono che i detenuti ucraini vittime del traffico di esseri umani

«Investigativo del dipartimento del MINISTERO degli interni Russo ha preso alla produzione di un procedimento penale avviato nei confronti di detenuti partecipanti del gruppo sul territorio di Mosca e della Regione di aree, viene effettuata l’analisi di tutte le cause penali in altre regioni nei confronti dei partecipanti al raggruppamento, al fine della loro unificazione in una sola produzione. Ha affrontato la questione di un procedimento penale secondo un articolo 210 del codice PENALE — «Organizzazione criminale», — ha detto Lupo.

Secondo lei, nel 2015 le persone che si trovano in Ucraina, per la commercializzazione di sostanze stupefacenti sul territorio della federazione RUSSA, è stato organizzato un negozio online «industria chimica», che ha individuato le informazioni su tipi, prezzi e modalità di acquisto di droga.

Lupo ha detto che «per il reclutamento dei partecipanti del gruppo drug in MEDIA ucraini massa ospitava gli annunci con le offerte di candidatura per un posto di lavoro retribuito come corrieri o spedizionieri sul territorio della federazione RUSSA, reclutamento punti si trovavano a Kiev».

Ha anche riferito che l’assunzione di persone sono state emesse carte di credito, arredate per i manichini, falsi passaporti e patenti di guida dei cittadini della federazione RUSSA con segni falsi, e anche i telefoni con le internet di messaggistica, per i quali hanno ricevuto istruzioni da parte degli organizzatori del gruppo drug.

Secondo Lupo, nel corso di un blitz sono stati eliminati 3 laboratorio di «industria Chimica» in Istria, Crasnogorscii e Odintsovo zone della regione di Mosca, sventato logistico attività unità strutturali di raggruppamento, che giungevano in 14 regioni della Russia particolarmente grandi quantità di farmaci appositamente attrezzate, nascondigli nelle macchine, è impostato posizione all’ingrosso magazzini in 10 regioni della federazione RUSSA.

A sua volta, il capo della sezione consolare garantire il ministero degli esteri di Ucraina Vasyl Kirilich ha detto che la richiede la conferma ufficiale.

«L’ambasciata dell’Ucraina in RUSSIA ha chiesto al ministero degli esteri della Russia e di inviare al dipartimento del MINISTERO degli interni della federazione RUSSA con la richiesta di informazioni circa la presenza tra i detenuti, i cittadini dell’Ucraina, composizione incriminato loro crimini, luogo di detenzione e intende fornire un avvocato», — ha detto Kirilich.

Ha inoltre sottolineato che l’analisi dei detenuti e detenuti in RUSSIA i cittadini dell’Ucraina con l’accusa di vendita di sostanze stupefacenti testimonia la notevole crescita quantitativa indicatore detenuti ucraini.

«Secondo le informazioni disponibili, non vi è ragione di credere che ci sono sostenibili schema per l’importazione dei cittadini dell’Ucraina in RUSSIA, con la mediazione di una serie di strutture che si spacciano per agenzie di selezione del personale per lavorare in Russia. Con questo scopo che pubblicano annunci pertinenti per strada, in metropolitana, di SUPPORTI di stampa, prima di tutto, regionali», — ha detto Kirilich.

«Il ministero degli esteri mette in guardia gli ucraini dal processo decisionale nella ricerca di lavoro attraverso accordi non controllati o discutibili da intermediari. Dobbiamo capire che lavoro all’estero è possibile solo in modo legale, con l’osservanza dei requisiti stabiliti», ha sottolineato il portavoce del dipartimento del ministero degli affari esteri.

Il MINISTERO dell’interno dicono che i detenuti ucraini vittime del traffico di esseri umani

Il Ministero degli affari interni dell’Ucraina ha dichiarato che i cittadini dell’Ucraina, i detenuti in Russia per affari internazionale наркосиндикате, sono vittime di trafficanti di esseri umani.

Come riferisce «Interfax-Ucraina», con riferimento al servizio stampa del MINISTERO degli interni, si tratta di ucraini, che è andato in RUSSIA a lavorare e sono stati coinvolti nel crimine.

«Нацполиция e il MINISTERO dell’interno costantemente alle prese con i gruppi organizzati di trafficanti di esseri umani. Sul territorio della Federazione Russa si trova centinaia di nostri cittadini, che in tempi diversi sono stati vittime di trafficanti di esseri umani… i Propagandisti della federazione RUSSA li rappresentano non come vittime di pesca illegale, vale a dire come membri di un gruppo criminale organizzato», — ha detto il servizio stampa.

Tuttavia, secondo l’interlocutore, in questi casi, è molto difficile dimostrare che si tratta di traffico di esseri umani, e ‘ difficile riportare i cittadini in patria anche per scontare la pena.

Pertanto, il Ministero degli interni chiedono i cittadini dell’Ucraina non cercare facili guadagni all’estero.

In precedenza, a Minsk, nella notte del 11 febbraio è stato arrestato scrittore ucraino Sergei Zhadan, il suo è stato notificato il divieto di ingresso in Bielorussia a tempo indeterminato.




РосСМИ ha riferito di detenzione 47 ucraini di «cartelli». MINISTERO dell’interno: questa è una vittima della tratta di esseri umani 11.02.2017

0
Февраль 11th, 2017 by