Russia, sospettato nel tentativo di impatto sul comitato per il Nobel

In norvegia, l’intelligenza ha sospettato la Russia, nel tentativo di influenzare le decisioni del comitato per il Nobel, trasmette NRK.

Questo è accaduto dopo l’incontro con i diplomatici russi, in cui è stato discusso l’aspetto di un falso lettera con la discussione di un eventuale aggiudicazione del premio Nobel per la pace per l’anno 2015 il presidente dell’Ucraina Pietro Poroshenko. Russo donne muoiono di fatto l’incontro ha confermato, ma ha accusato norvegesi forze di sicurezza in paranoia, definendola «una visita di routine».

Il direttore del comitato per il nobel Norvegese Olav Ньолстад ha detto NRK, che nell’estate del 2015 a un incontro con lui è venuto due rappresentanti dell’ambasciata russa. Secondo lui, durante la visita, tra le altre cose si è discusso apparso un paio di settimane prima di questo, le informazioni sul falso lettera in occasione del premio per la pace di Poroshenko. In una lettera che циркулировало i siti che supportano donbass militanti, ha detto che le autorità ucraine presumibilmente inviato capitolo americana ue a Oslo lettera sulla condivisione di pressione sul comitato per il Nobel, per ottenere l’assegnazione di un premio nel mondo il leader ucraino.

Ньолстад ha detto che in un punto di incontro già il sospetto che la lettera era un falso, e ha chiesto su questo diplomatici russi. Gli hanno risposto che non sanno se è autentico, ricorda il direttore del comitato.

Ньолстад dopo l’incontro chiesi se era un tentativo di avere un impatto, e ha contattato il Servizio di polizia di sicurezza, che tra le altre cose si occupa di lotta allo spionaggio.

Capo del controspionaggio stalinista sostegno dell’unità organizzativa del Servizio di sicurezza Arne Christian Хаугстойл ha detto che uno dei visitano il comitato per il Nobel diplomatici russi era un dipendente dell’intelligence russa: «Secondo la nostra valutazione, è stata l’operazione di pronto effetto… vediamo che falsa la notizia e falsa lettera sono stati utilizzati per screditare un potenziale candidato al premio per la pace. Noi crediamo che in questo caso l’obiettivo era quello di raggiungere la fine di Poroshenko non è stato candidato al premio Nobel per la pace».

Presso l’ambasciata russa, ha detto che tali visite — casual diplomatica lavoro, e il tentativo di presentare come «l’azione della intelligenza» chiamato «paranoiche».

In missione diplomatica ha indicato che incontri diplomatici con il personale del comitato per il Nobel si verificano di volta in volta, dato l’enorme interesse in tutto il mondo al premio per la pace. Inoltre, a dicembre la cerimonia invitano tutti accreditati a Oslo ambasciatori. Inoltre, Ньолстад solo ha preso il posto (1 gennaio 2015) e fargli una visita di cortesia — normale prassi diplomatica, è proseguito presso l’ambasciata russa.

I diplomatici russi hanno anche espresso rammarico, che in queste «spie» partecipano enti pubblici, chiamati a combattere con le reali minacce, come il terrorismo internazionale e statale broadcasting company: «Demonizzazione della Russia mira a giustificare la concessione di servizi speciali di ulteriori poteri di intervento nella vita privata dei cittadini».

Si noti, premio Nobel per la pace nel 2016 è stato eletto presidente della Colombia, Juan Santos.




Russia, sospettato nel tentativo di impatto sul comitato per il Nobel 28.01.2017

0
Январь 28th, 2017 by