Russo hacker ha dichiarato che il suo programma ha pregiudicato i risultati delle elezioni presidenziali negli stati UNITI

Arrestato per un caso di appropriazione indebita delle banche russe 1,2 miliardi di rubli (circa 0,5 miliardi uah) con l’aiuto di virus Lurk hacker Costantino Kozlowski ha detto a Mosca il tribunale della città, che hanno sviluppato il loro programma ha pregiudicato il rilascio dei risultati delle elezioni presidenziali negli stati UNITI. Su questo ha riferito il canale televisivo «Pioggia».

Il programma si chiama LDCS.

In tribunale, che ha esteso la misura di prevenzione, l’hacker ha chiesto un avvocato «con una formazione adeguata», che potrebbe in collaborazione con un tecnico di confermare le sue parole.

Il canale televisivo Kozlowski ha detto che il 30 gennaio la sua famiglia interrogato i rappresentanti del dipartimento investigativo del MINISTERO dell’interno e il personale del Centro di informazione per la sicurezza FSB.

Nel mese di dicembre 2017, ha dichiarato a proposito della sua partecipazione alla fessurazione server del partito Democratico degli stati UNITI su richiesta servizio di sicurezza federale Russo.

Kozlowski arrestato nell’estate del 2016. Il FSB e il MINISTERO dell’interno ha riferito che hanno smesso di attività 40 hacker di raggruppamento Lurk, che, secondo gli inquirenti, con l’omonimo virus ha rubato più di 1,2 miliardi di rubli dai conti delle banche russe.

Nel mese di luglio 2016 gli hacker hanno violato i server del partito Democratico degli stati UNITI. Il candidato democratico alla presidenza Hillary Clinton ha detto che a questo implicati i servizi segreti russi.

Poi sul sito di WikiLeaks è apparso circa 20 mila lettere, che da gennaio 2015 a maggio 2016 scambiati alti democratici.

Nel mese di ottobre 2016 governo degli stati UNITI ha ufficialmente accusato la Russia in violazione dei server americani partiti, nonché di intervenire nel processo delle elezioni presidenziali nel paese. Al Cremlino queste accuse chiamato «nonsense».

Il 10 dicembre la Central intelligence agency degli stati UNITI è giunto alla conclusione che la Russia è intervenuta in elezioni presidenziali negli stati UNITI con lo scopo di aiutare il candidato repubblicano Donald Trump vincere.




Russo hacker ha dichiarato che il suo programma ha pregiudicato i risultati delle elezioni presidenziali negli stati UNITI 14.02.2018

0
Февраль 14th, 2018 by