«Самопомич» richiede licenziamento «dei ministri resa» Chernyshev e Tukey

La frazione di «Associazione «Самопомич» nel Verkhovna Rada dell’Ucraina ha registrato e richiede al parlamento di prendere in considerazione e a prendere una decisione di licenziamento del ministro per le questioni temporaneamente territori occupati Vadim Chernyshev e il suo vice Giorgio Tukey, il sito ufficiale di questa forza politica.

«Le persone che non riconoscono pubblicamente e negano l’occupazione, in realtà sono i ministri di resa. Essi non possono essere chiamati funzionari ucraini, perché oggi dicono retorica del Cremlino. Questi doppi standard deve essere eliminato», ha dichiarato a questo proposito il vice del popolo Romano Семенуха.

Anche la frazione richiede già questa settimana a prendere in prima lettura la legge «Sulla temporaneamente territori occupati», che, in particolare, blocca militare-economica di commercio con i territori occupati e il divieto di effettuare qualsiasi tipo di elezioni nei territori occupati prima della loro liberazione.

«Possono essere innumerevoli volte di cantare l’inno nazionale, un minuto di silenzio початать memoria dei soldati, ma in questo momento è un cinico e arrogante, sporco commercio con i territori occupati. La frazione di «Самопомич» convinta che se il Parlamento non è in grado di chiamare le cose con il loro nome: la guerra chiamare la guerra, i territori occupati — occupati, e la Federazione Russa — invasore, questo parlamento non ha più il diritto morale di essere chiamato ucraino», — ha detto Семенуха.

Vale la pena notare che proprio i deputati del «Самопомочи» (Semen Semenchenko, Romanzo Pastore) hanno avviato un vendibile blocco ОРДЛО.




«Самопомич» richiede licenziamento «dei ministri resa» Chernyshev e Tukey 08.02.2017

0
Февраль 8th, 2017 by