Savchenko ha parlato di politica di reclutamento in una prigione russa e di una possibile presidenza

Vice popolare Speranza Savchenko ha detto che è pronto ad andare in presidenza dell’Ucraina, «se sarà necessario». Su questo lei ha detto in diretta tv canale «112 Ucraina» la sera del 5 febbraio.

«La questione — se voglio (essere presidente)? «Voglio» in un altro si esprime … non voglio, non posso, e si continua così — posso, lo farò, se necessario, ma per questo proprio era così grande il desiderio di …. E ‘difficile, molto grande responsabilità», ha detto il vice del popolo.

Savchenko ha aggiunto che «tutti e avanti così rimane» (parlando di quello che in precedenza ha detto che può andare in presidenza, «se il popolo dirà»): «Se sarò considerato che è necessario, poi ho intenzione di farlo».

Quando alla domanda se pensasse che il prossimo presidente dovrebbe essere un dittatore, Savchenko ha detto: «Può essere».

Anche Savchenko ha detto che durante il suo soggiorno in una prigione russa, ha cercato di reclutare.

«Ho cercato di reclutare, … di più politicamente, militarmente», — ha detto.

In precedenza Savchenko ha dichiarato che ritiene di Pietro Poroshenko nemico del popolo, e il ritorno della Crimea, a suo parere, è possibile solo dopo che riuscirà a riprendere il controllo nei territori occupati di Polizia.

Si noti, Savchenko già in precedenza dichiarato che restituire Donbass occupato sotto il controllo dell’Ucraina attraverso la pace è possibile solo in caso di «consegna» della Russia di Crimea. E poi rifiutato da queste parole.




Savchenko ha parlato di politica di reclutamento in una prigione russa e di una possibile presidenza 06.02.2017

0
Февраль 6th, 2017 by