Se i pubblici ministeri, il MINISTERO dell’interno e La lavorano su illegalità, non ci sono documenti Saakashvili non aiutano – avvocato Галабала

Il leader di «Руху la grafica non forze», Mikhail Saakashvili, non può essere privato del suo status di apolide residente in Ucraina, ha detto in un commento pubblicazione di «GORDON» avvocato politica Markiyan Галабала.

«Come qualcosa di radicalmente lo status di Saakashvili, dopo che il presidente ha emesso un decreto di sospensione della sua cittadinanza, non è stato modificato. Egli è il volto di apolidi, residenti in Ucraina. Questo stato ha ottenuto automaticamente, e nessuno di questo stato di privarlo non può. L ‘ 11 settembre, dopo aver attraversato il polacco-confine ucraino, Saakashvili si è rivolto alla direzione generale Stato di immigrazione nella regione di Lviv con la dichiarazione di riconoscere il suo volto, che richiedono una maggiore protezione. Il rifiuto dell’immigrazione dargli un rifugio molto controverso momento. Crediamo di aver fatto tutto giusto. Due settimane fa abbiamo fatto appello al tribunale di inattività dell’immigrazione, che per lungo tempo non ci ha dato nessuna risposta» – ha detto Галабала.

Egli non esclude che Saakashvili potrebbe aspettare la sorte dei suoi compagni, che erano stati espulsi dall’Ucraina, in Georgia.

«Dopo aver ricevuto la risposta dal servizio di migrazione, abbiamo fatto appello in upstream organo e al tribunale amministrativo Distrettuale di Kiev. Dall’appello di eventuali guasti volto continua a rimanere così, che intercede per ottenere questo status. Naturalmente, temiamo che con Saakashvili possono fare lo stesso, come e con tre cittadini della Georgia, che forzatamente deportati dal paese. E se i pubblici ministeri, il MINISTERO dell’interno e La lavorano su illegalità, non ci sono documenti Saakashvili non aiutano. La situazione con i nostri colleghi georgiani è solo confermato. Perché nessuna decisione della corte sulla loro esclusione dall’Ucraina non è stato. Anche il legale della fondazione di permanenza sul territorio ucraino non danno garanzie, che contro di te non ci sarà certo un reato grave», – ha sottolineato l’avvocato.

Secondo lui, la dichiarazione del procuratore generale Yuri Lutsenko sui motivi per l’espulsione di Saakashvili con il territorio non corrisponde alla realtà.

«La dichiarazione Lutsenko sui motivi per l’espulsione di guerra in Ucraina – una bugia. Mi è piaciuto molto le sue parole: che, sotto l’azione Rada finanziato dall’estero, non ho prove, ma sicuramente in futuro li lascio. E lo dice il procuratore generale. La stessa situazione e con l’espulsione – di illegalità Lutsenko può fare tutto quello che vuoi. Ma legittimi motivi per l’espulsione di Saakashvili no. Per questo c’è bisogno di una decisione della corte. E si capisce, спецсамолетами, come è stato il caso con i compagni di Saakashvili, депортируемых non trasportano», – ha concluso Галабала.

Nel mese di luglio del 2017, quando Saakashvili si trovava negli stati UNITI, il presidente Poroshenko ha emesso il decreto di perdita della cittadinanza sulla base dei dati non validi, espressi in Госмиграционную servizio dell’Ucraina. In particolare, Saakashvili non ha sottolineato che contro di lui in Georgia è aperto penali di produzione.

10 settembre Saakashvili, insieme con i compagni è riuscito a dalla Polonia sfondare in Ucraina attraverso la voce pass «Шегини». Мостиский corte distrettuale nella regione di Lviv ha riconosciuto colpevole di traffico di attraversamento del confine e ha ordinato di pagare una multa pari a 3400 uah. Protezione politica ha presentato ricorso contro la decisione.

11 settembre avvocato Saakashvili si è rivolto in Stato di immigrazione con una richiesta di concessione di una politica di asilo politico in Ucraina. Il difensore ha riferito che l’ufficio deve dare una risposta entro un giorno.

Durante l’esame di una petizione di protezione aggiuntiva estradizione Saakashvili non era possibile, ha detto il procuratore generale dell’Ucraina Yuriy Lutsenko.

24 ottobre in servizio migratorio stato riferito che la petizione Saakashvili è stata presentata con disabilità.

Emissione di Saakashvili richiede Georgia, Tbilisi già inviato a Kiev un paio di richieste ufficiali per questo motivo. Secondo il ministro della giustizia del paese Thea Цулукиани, l’Ucraina ha rifiutato l’estradizione di Saakashvili nel 2014 e 2015.




Se i pubblici ministeri, il MINISTERO dell’interno e La lavorano su illegalità, non ci sono documenti Saakashvili non aiutano – avvocato Галабала 26.10.2017

0
Октябрь 26th, 2017 by