Stati UNITI ветировали una risoluzione del Consiglio di sicurezza delle nazioni unite sullo status di Gerusalemme

Stati UNITI ветировали risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle nazioni unite sul mancato riconoscimento modificare lo status di Gerusalemme, riferisce Reuters.

Osserva che tutti gli altri membri del Consiglio di sicurezza preparato l’Egitto ha sostenuto il progetto di risoluzione.

Il documento ha dichiarato che «tutte le decisioni e le azioni che implicano un cambiamento di carattere, lo stato o la composizione demografica della città sacra di Gerusalemme, non hanno forza di legge, non sono valide e devono essere smaltite in conformità con le pertinenti risoluzioni del Consiglio di Sicurezza».

Nel progetto di risoluzione si esprime «profondo rammarico in relazione con le recenti decisioni riguardanti lo status di Gerusalemme».

Il rappresentante permanente degli stati UNITI alle nazioni unite Nikki Haley ha nominato il voto per questa risoluzione insulto. Ha sottolineato che quanto accaduto non sarà dimenticato.

Hayley ha ricordato che gli stati UNITI hanno usato il loro diritto di veto nel consiglio di sicurezza la prima volta dopo più di sei anni. Lei ha detto di averlo fatto «in difesa della sovranità degli stati UNITI e in difesa del ruolo dell’America in medio oriente processo di pace».

Il 6 dicembre il presidente degli stati UNITI, Donald Trump ha ufficialmente riconosciuto Gerusalemme la capitale di Israele e ha annunciato il rinvio dell’ambasciata degli stati UNITI in questa città.

Il cancelliere Tedesco Angela Merkel, il presidente Francese, Emmanuel Macron e il primo ministro Britannico, Theresa May, non hanno sostenuto l’iniziativa della casa Bianca.

Il consiglio di sicurezza delle nazioni unite, inoltre, non ha sostenuto questa decisione, e il capo della diplomazia Ue Federica Mogherini ha detto, che i paesi dell’UE non sopportare la sua ambasciata in Israele da Tel Aviv a Gerusalemme.

La lega araba ha invitato gli stati UNITI ad abbandonare la sua intenzione.

In Palestina sono scoppiati i disordini. Durante gli scontri arabi attivisti e la polizia Israeliana ha subito decine di persone.

In alcuni paesi del mondo sono passati anche azioni di protesta. I leader di 57 stati musulmani hanno invitato il mondo «riconoscere lo Stato di Palestina» e Gerusalemme Est come sua «occupato la capitale».

Israele ha occupato la parte orientale di Gerusalemme dopo la guerra del 1967 e ritiene che l’intera città è la sua capitale. I palestinesi a loro volta vogliono dichiarare di Gerusalemme la capitale del suo stato.

La capitale amministrativa di Israele ora si trova a Tel Aviv, e l’autorità nazionale Palestinese ha sede a Ramallah.




Stati UNITI ветировали una risoluzione del Consiglio di sicurezza delle nazioni unite sullo status di Gerusalemme 19.12.2017

0
Декабрь 19th, 2017 by