Stoltenberg ha detto che nelle raccomandazioni della commissione di Venezia c’è una possibile soluzione del conflitto tra l’Ucraina e l’Ungheria

Nelle conclusioni della commissione di Venezia in ucraino legge sull’istruzione c’è una possibile soluzione sono sorti in relazione con lui disaccordo tra l’Ucraina e l’Ungheria. Questo in una conferenza stampa a Bruxelles il 13 febbraio, ha detto il segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg, riferisce «Interfax-Ucraina».

«Accolgo con favore le raccomandazioni della commissione di Venezia, vi invito Ucraina più di leggere con attenzione queste raccomandazioni, perché c’è una possibile soluzione a questo problema tra l’Ucraina e l’Ungheria», ha sottolineato.

Stoltenberg ha detto circa la necessità di garantire l’equilibrio tra la necessità di imparare la lingua nazionale e il diritto di ricevere l’istruzione nella lingua delle minoranze.

Il capo della NATO ha sottolineato che l’Alleanza continua a collaborare con l’Ucraina e sostenere.

Nonostante il fatto che il viaggio Полторака a Bruxelles non è stato ufficialmente annunciato, in un reparto militare non nascondono che hanno intenzione di trascorrere questa settimana la riunione della commissione NATO – Ucraina, scrive il quotidiano.

Dopo aver ricevuto il 5 settembre in seconda lettura e in generale della legge «Sull’istruzione», che ha ampliato l’uso della lingua ucraina in formazione, Ungheria ha espresso la sua preoccupazione sul futuro della minoranza ungherese in Ucraina.

Il 26 settembre presso il ministero degli esteri Ungherese ha avvertito che saranno bloccare qualsiasi ulteriore avvicinamento dell’Ucraina e l’UE a causa della legge «Sull’istruzione».

27 ottobre Сийярто ha detto che Budapest ha parlato contro la riunione della commissione del 6 dicembre 2017 a Bruxelles. Un portavoce della NATO ha riferito un corrispondente UNIAN, che l’incontro non era previsto per dicembre.

Secondo l’ucraino, il vice-ministro per gli affari europei e dell’integrazione euro-atlantica Ivanna Климпуш-Цинцадзе, NATO preoccupati per il comportamento di Ungheria in relazione con la legge ucraina «Sull’istruzione».

8 dicembre a Venezia la commissione ha formulato le conclusioni di legge sull’istruzione.

Kiev hanno proposto di apportare modifiche al 7 ° articolo – per quanto riguarda la non discriminazione di apprendimento non statali lingue, non sono ufficiali dell’unione Europea. Tra cui si trattava di insegnamento nella scuola media in lingua russa.

La commissione non insiste per la modifica di un articolo della legge, ma raccomanda l’Ucraina a prendere misure per prevenire la discriminazione delle lingue minoritarie.

L’UE ha dichiarato che Kiev deve tener conto delle raccomandazioni della commissione di Venezia.

7 febbraio, il vice capo del Ministero degli esteri di Ucraina Vasyl Bodnar dopo l’incontro a Uzhgorod con il vice ministro dell’economia esterna e degli affari esteri d’Ungheria Левенте Модером ha detto che Kiev e Budapest hanno concordato una posizione chiave per quanto riguarda risolvere il problema della lingua.

8 febbraio presso il ministero degli affari esteri d’Ungheria smentito di aver raggiunto un accordo con l’Ucraina per la lingua norme di legge «Sull’istruzione».

L’ambasciatore dell’Ucraina alla NATO, Vadim Пристайко ha dichiarato che l’Ungheria ha bloccato la riunione della commissione NATO – Ucraina in materia di difesa, che si terrà il 14-15 febbraio.




Stoltenberg ha detto che nelle raccomandazioni della commissione di Venezia c’è una possibile soluzione del conflitto tra l’Ucraina e l’Ungheria 13.02.2018

0
Февраль 13th, 2018 by