Sushkevich: durante la Notte siamo arrivati in una strana l’hotel, è andato in un enorme e vuoto ristorante. Un sacco di sicurezza. Alla fine del corridoio seduto Putin con il vice-primo ministro. Questo è stato il mio primo incontro con lui

Il presidente Nazionale del comitato paralimpico Ucraino, l’ex deputato Valery Sushkevich in programma di authoring redattore capo del giornale online «GORDON», Più Бацман in onda su «112 Ucraina», ha detto, che per la prima volta ha incontrato il presidente della federazione RUSSA Vladimir Putin prima dell’apertura invernale aspetto positivo dell’assegnazione a Sochi nel mese di marzo 2014.

«In полдесятого sera mi ha chiamato il presidente del comitato Paralimpico della Russia: «Valery, se possibile, è urgente incontrare un membro anziano del governo russo». Io dico: «In tempo di guardare, senza venti dieci…» – «Valery, questa è la mia personale richiesta, vi chiedo per favore», ha detto.

Sushkevich, secondo lui, ha scelto di rispetto verso l’interlocutore.

«Mi hanno proposto di andare in russia auto, ho rifiutato. Si sedette in macchina con il suo autista, mi ha accompagnato mia moglie. Qui siamo in tre viaggiavano, davanti alla russa macchina. E qui il mio autista dice: «Vladimir, sembra, stiamo andando a Putin». Mi sono guardato intorno e davvero: tutto era interrotto, siamo andati, come si dice, in fondo al corridoio… Siamo arrivati in una sorta di strana l’hotel, molto illuminato; siamo andati in un ristorante. Il ristorante è stato enorme e vuota, c’era un sacco di protezione. Ho visto che alla fine del corridoio seduto Putin con il vice-primo ministro Kozak. E allora, infatti, si è svolta il mio primo incontro con Putin», – ha sottolineato il presidente Nazionale del comitato paralimpico Ucraino.

Secondo lui, l’incontro è durato circa un’ora.

«Putin ha proposto, come dice lui, «di prendere le distanze dalla politica allo sport»… Quando mi ha detto di politica… Onestamente, ero troppo emotivo, non mi aspettavo questo incontro e mi spazzato emozioni… gli Ho detto che durante le Olimpiadi (non l’aspetto positivo dell’assegnazione) tutte le guerre, tutte le azioni ostili stati. Guarda, prima di Паралимпийскими i giochi Olimpici sono stati, e durante i giochi Olimpici l’annessione della Crimea è stata ritardata. Cioè l’annessione ha avuto inizio durante l’aspetto positivo dell’assegnazione. Ho detto: «Vladimir Vladimirovich, qui si vede migliaia di persone con gravi lesioni, tra cui i prodotti di guerra in Medio Oriente e così via. Hai fatto quello che era impossibile da fare: hanno iniziato le operazioni militari contro lo stato dal territorio in cui si svolge Паралимпиада. Questo è molto male». Ecco una conversazione che ho avuto», – ha detto Sushkevich.

Egli ha espresso il sospetto che ucraine atleti paralimpici, che in apertura l’aspetto positivo dell’assegnazione stavano per esprimere la protesta contro l’annessione della Crimea, intercettazioni.

«Putin ha proposto, durante la cerimonia di apertura l’aspetto positivo dell’assegnazione non abbiamo agito in conformità con la decisione che abbiamo preso. Purtroppo, su questa decisione si è appreso,» – ha detto Sushkevich.

Secondo lui, tutto si è incontrato con Putin due volte. Il secondo incontro si è verificato anche su Паралимпиаде a Sochi, Putin ha poi chiesto Сушкевича chi Alexander Turchinov, che in quel momento era presidente ad interim dell’Ucraina.

Sushkevich: Putin mi ha detto di bollette del gas: «Chi è? Ha eletto? Non ho intenzione di uscire. So che è il presidente del comitato paralimpico, e chi è, non lo so». Leggi l’intervista completa

7 marzo 2014, in occasione dell’inaugurazione aspetto positivo dell’assegnazione a Sochi dalla squadra ucraina è presente un solo atleta atleta Michael Volta. La bandiera ha emesso lui.




Sushkevich: durante la Notte siamo arrivati in una strana l’hotel, è andato in un enorme e vuoto ristorante. Un sacco di sicurezza. Alla fine del corridoio seduto Putin con il vice-primo ministro. Questo è stato il mio primo incontro con lui 03.02.2018

0
Февраль 3rd, 2018 by