The Wall Street Journal. Ucraina заложница di Putin (editoriale)

«Per l’ucraina вертолетчицы Nadi Savchenko, si trova in una prigione russa, martedì è diventato il sesto giorno senza cibo e acqua, — riferisce la redazione di The Wall Street Journal. — 34-year-old donna, un veterano della guerra in Iraq, già da due anni tengono in russo prigioniero di guerra. Asciutto, lo sciopero della fame è iniziato giovedì scorso, come la russia, la corte, portando il processo per esteso contro di lei l’accusa di «crimini di guerra», messo da parte sua l’ultima parola».

Redazione segnala la ricezione di una e-mail da parte del presidente dell’Ucraina Pietro Poroshenko, in cui il nome di Kiev chiede l’Occidente «aumentare la pressione» a Mosca, per ottenere il rilascio di Savchenko. I giornalisti si ricorda che da lunedì, l’UE ha esortato la Russia a liberare tenente Savchenko, citando Минские accordo, tuttavia, lo stesso giorno, le forze armate hanno contato oltre 50 provocazione da parte di ribelli, tra cui utilizzando vietata Минскими accordi con l’artiglieria pesante.

«In altre parole, questi accordi rimangono uno strumento di cui l’Occidente tiene legati mani di Kiev, mentre Mosca continua a profanerà la sovranità e l’integrità dell’Ucraina. Gli ucraini non ubbidiscono alla, e il tenente Savchenko è diventato un simbolo internazionale di resistenza, che Kiev ha un vicino di casa-хулигану» — riassume la revisione.

Traduzione InoPressa




The Wall Street Journal. Ucraina заложница di Putin (editoriale) 09.03.2016

0
Март 9th, 2016 by