Tre marinai ucraini sono bloccati sull’isola di Creta, in una situazione di emergenza nave

Cargo nave Skylark società turca Anadolu Denizcilik Taşimacilik Sanayi ve Ticaret Ltd Şti con un equipaggio di sette persone, tra cui tre ucraini, già da una settimana si trova in una situazione di emergenza raid, il greco, il porto di Kissamos, sull’isola di Creta. Lo ha riferito l’organizzazione di beneficenza «un Fondo per aiutare i marinai di «Gonna».

La nave è andato con un carico dalla Libia alla Turchia, orribile tempesta, con difficoltà arrivato a creta porta e andò a raid. Dopo un paio di giorni Skylark uscito di ancoraggio e per poco non si ruppe le rocce, dopo che la sua è stata rimorchiata in porto. L’armatore ha staccato i telefoni e non entra in contatto.

Con 8 febbraio in barca manca l’energia elettrica, finiscono con alimenti e acqua potabile. La nave può affondare a causa di fori.

«I residui di prodotti usano in tempo di magra, la preparazione è tutto in completa igiene sul rogo, su un braciere. A volte i locali portano le arance dei propri giardini. Acqua potabile occasionalmente viene consegnato in flaconi», – ha riferito in una «Gonna».

I marinai non possono lavare e tenere in caldo. Gli stipendi non sono stati pagati. L’equipaggio della nave si trovò in un vicolo cieco.

«La scorsa settimana ho chiamato «hot line» il ministero degli esteri e del consolato in Grecia, ci hanno detto di fare una dichiarazione scritta. Ho scritto tutto, ma né con me, né con il marito ancora non ha comunicato», – ha detto Julia Kolesnik, moglie di un anziano capitano della nave Anatolia Kolesnik, in un commento «Громадському».

Tra gli altri membri dell’equipaggio – i cittadini della Russia e della Georgia.

Sul canale del fondo di «Gonna» in YouTube ha pubblicato un video con pericolo di una nave.

VIDEO



Tre marinai ucraini sono bloccati sull’isola di Creta, in una situazione di emergenza nave 15.02.2018

0
Февраль 15th, 2018 by