Trump ha chiamato la polizia «non essere gentile» con i criminali durante la detenzione

Il presidente degli stati UNITI, Donald Trump, parlando agli americani gli agenti di polizia nello stato di New York il 28 luglio, ha chiesto loro di non essere «troppo accomodante con i criminali». Segnalato da «la Voce dell’America».

Il discorso del presidente riguardava gli sforzi della sua amministrazione, contro di attività in stati UNITI bande di strada, in particolare la banda MS-13, che ammonta a 70 mila membri e composto principalmente da salvadoregni clandestini.

«Per favore, non любезничайте. Ad esempio, quando si è ragazzi, mettendo in furgone e inclina la testa con la mano, per non sono male… Hanno appena ucciso qualcuno, ma siete preoccupati per la testa non battuto. Io dico: la mano può togliere. Va bene?» – ha detto Trump.

Egli ha anche criticato i sindaci delle città americane, che presumibilmente interferiscono con il lavoro della polizia. Trump ha lamentato di leggi che, a suo parere, proteggono i criminali e non le forze dell’ordine.

«Per molti anni le leggi venivano per proteggere i criminali, e non ufficiali. Se qualcosa interrompe, si rischia di più di loro. Le leggi sono diretti contro di voi. Cambiamo queste leggi», – ha detto il presidente.

Nel mese di aprile 2015 a Baltimora, morto 25 anni, un ragazzo di colore di Freddie Grigio, ha ricevuto un infortunio durante la detenzione. Nel giorno del suo funerale sono scoppiati i disordini. Sei agenti di polizia sono stati perseguiti in relazione con la morte di un giovane uomo.




Trump ha chiamato la polizia «non essere gentile» con i criminali durante la detenzione 29.07.2017

0
Июль 29th, 2017 by