Trump ha dichiarato guerra alla leadership del partito Repubblicano, e — MEDIA

Aggressive dichiarazioni del candidato alla presidenza degli stati UNITI il partito Repubblicano Donald Trump in indirizzo speaker della Camera dei rappresentanti , Paul Ryan e altri alti membri del partito significa che Trump è andato su di loro la guerra. Come scrive il Governo, questo segnala martedì, 11 ottobre, centrale per l’edizione americana di USA Today.

«Io la prima volta non voterò per il candidato presidenziale repubblicano», — Schwarzenegger
Obama ha invitato i repubblicani di abbandonare il supporto di Trump

«Trump, praticamente, ha dichiarato guerra repubblicano leadership martedì, intervenendo contro la speaker della Camera dei rappresentanti Paul Ryan per le sue critiche (Trump. – Ndr). e chiede di smettere di campagna», si legge in una pubblicazione.

Il miliardario martedì trascorso twitter tempesta, in cui ha criticato Ryan e altri rappresentanti della leadership repubblicana.

«Così bene che le manette con me sono stati rimossi, e ora posso lottare per l’America così come voglio», ha scritto Trump.

Questo tipo di attacchi Trump al presidente della Camera dei rappresentanti e di altri alti repubblicani indicano gravi problemi all’interno del partito, note di edizione. Ora i repubblicani sarà sempre più difficile da mantenere il controllo del Senato e, forse, sopra la Camera dei rappresentanti, per non parlare di vittoria alle elezioni presidenziali, ha detto il giornale.

Come riportato, il Trump lunedi, 10 ottobre, infine, ha perso il sostegno del presidente della Camera dei rappresentanti del Congresso degli stati UNITI, Paul Ryan, che ufficialmente ha detto che smette di difendere le posizioni candidato repubblicano. In ufficio il relatore ha sottolineato che ora si concentrerà sul mantenimento repubblicana del partito di maggioranza in queste elezioni.

Una serie di alti repubblicani, tra cui Ryan, hanno preso le distanze da Donald Trump dopo che i giornalisti sono riusciti a recuperare e a portare alla luce un vecchio video in cui Trump in volgari espressioni parla di donne.

A sua volta, Trump ha accusato i suoi critici nel campo dei repubblicani di slealtà, dicendo che ora non tiene nella sua battaglia per l’America, che ha d’ora in poi guiderà come meglio crede.

Secondo Trump, non ha bisogno di sostegno Ryan e lui doesn, mantiene il suo o no.

«Io la prima volta non voterò per il candidato presidenziale repubblicano», — Schwarzenegger

L’attore ed ex governatore della California Arnold Schwarzenegger ha detto che la prima volta non sosterrà il candidato Repubblicano alla presidenza degli stati UNITI, che in queste elezioni è presente picchiaduro Donald Trump. Come corrispondente UNIAN, Schwarzenegger ha detto su Facebook.

Secondo l’attore americano e l’ex-governatore austriaco di origine, non ha ancora deciso esattamente come sarà in queste elezioni, ma ha assicurato che non voterà per un repubblicano per la prima volta dal 1983, quando ha ricevuto la cittadinanza degli stati UNITI.

Schwarzenegger ha detto che ha sostenuto i repubblicani fin dal 1968, quando si è trasferito in questo paese. Tuttavia, a suo avviso, considerarsi americano è molto più importante di un repubblicano.

«Quindi vorrei oggi ha ricordato ai miei compagni repubblicani, che non solo è accettabile fare una scelta a favore del suo paese in contrasto con il vostro partito, ma questo è il tuo dovere», ha detto Schwarzenegger.

Obama ha invitato i repubblicani di abbandonare il supporto di Trump

Il presidente degli stati UNITI Barack Obama si è scagliato contro di Donald Trump, invitando autorevoli membri del partito Repubblicano ufficialmente rifiutare nel suo supporto come loro candidato alla presidenza. Su questo riferisce il servizio Russo della BBC.

Nel corso di un comizio elettorale a sostegno di Hillary Clinton , Obama ha detto che non è possibile rimproverare Trump per la sua osceni detti sulle donne 11 anni e di mantenere allo stesso tempo come oggi candidato per il più importante posto nel mondo.

Secondo Obama, il candidato repubblicano non vanno bene per rappresentare gli stati UNITI sulla scena internazionale.

«Né il temperamento né il livello della sua preparazione e della conoscenza, né per desiderio di ottenere la conoscenza, né per la sua onestà non è idoneo per essere il presidente», ha detto Obama, rivolgendosi a migliaia di persone della folla, riunita martedì, 11 ottobre, nella Carolina del Nord, in una manifestazione a sostegno della candidatura dell’ex segretario di stato Hillary Clinton.

L’attuale presidente, non è mai nominando il candidato repubblicano per nome, ripetuto più volte che quel «non va bene per il posto di comandante supremo del paese e, sicuramente, non adatto per il ruolo di capo della più grande democrazia del mondo».

A suo parere, il repubblicano costantemente in discussione i valori fondamentali come la tolleranza, il rispetto delle procedure e il rispetto reciproco.

«La nostra democrazia non funziona così», — ha sottolineato Barack Obama.

In precedenza l’ex segretario di stato degli stati UNITI, membro del partito Repubblicano , Condoleezza Rice, ha invitato Trump ritirare la sua candidatura per le elezioni presidenziali.

«Basta! Donald Trump non deve essere il presidente. Egli dovrebbe ritirare la sua candidatura. Come repubblicana, spero sostenere qualcuno che ha la dignità e il livello di candidarsi alla carica nel più potente democrazia del mondo», ha scritto il Riso.




Trump ha dichiarato guerra alla leadership del partito Repubblicano, e — MEDIA 12.10.2016

0
Октябрь 12th, 2016 by