Trump ha evitato di rispondere alla domanda di sanzioni contro la RUSSIA a causa di attacchi informatici

Il neo eletto presidente degli stati UNITI Donald Trump non ha dato una risposta diretta alla domanda su possibili sanzioni contro la federazione RUSSA per gli attacchi durante la campagna elettorale presidenziale di quest’anno. Informa la verità, con riferimento a The Washington Post.

Così, parlando con i giornalisti a Palm Beach, in Florida, e rispondendo ad una domanda per quanto riguarda le informazioni sulle possibili sanzioni da parte degli stati UNITI contro la RUSSIA per gli attacchi informatici in tempo di elezioni, Trump ha detto che i computer molto complicato la vita a tutti».

«Trump aveva in mente gli appelli di alcuni funzionari a Capitol hill di introdurre sanzioni contro la Russia a causa di accuse di ingerenza nel processo elettorale negli stati UNITI» – ha detto la pubblicazione.

Ha anche aggiunto che «nessuno sa cosa sta succedendo».

Anche Trump ha detto che non ha parlato con i senatori che chiedono sanzioni, ma ritiene che «bisogna andare avanti».

Nella sua risposta alla domanda Trump, non toccare la questione delle sanzioni, ha sottolineato che «noi (negli stati UNITI – ndr) non così la sicurezza di cui abbiamo bisogno.»

Influenti senatori repubblicani Mccain e Graham hanno invitato il presidente eletto degli stati UNITI Donald Trump e aggiornato il Congresso di introdurre nuove e più dure sanzioni contro la Russia per l’intervento nelle elezioni presidenziali del 2016. Su questo hanno detto durante l’accensione di Riga, in onda su canale Fox News mercoledì, 28 dicembre, scrive il Governo.

«Abbiamo bisogno di implementare un sacco di cose. Il numero uno è il rafforzamento delle sanzioni contro la Russia per questo oltraggio», — ha detto il presidente del Comitato per le forze Armate degli stati UNITI, John Mccain.

Egli ha anche sottolineato che, nel contesto della aggressione è necessario garantire una presenza costante degli stati UNITI nei paesi Baltici, dove c’è grande preoccupazione.

«Vorrei anche fornito armi di difesa Ucraina, per proteggersi da ulteriori attacchi da parte della Russia, e per essere sicuri che Vladimir Putin è consapevole che per tali azioni in futuro saranno di risposta, la procedura», ha detto Mccain.

L’ex candidato alla presidenza STATUNITENSE Lindsey Graham ha anche sottolineato la necessità di una maggiore pressione sul governo russo.

«E’ necessario che il nuovo Congresso e il nuovo presidente impegnati in Russia – hanno adottato nuove sanzioni, molto più grandi di quelli che ci sono ora»,- ha detto Graham.

Con questo, ha richiamato l’attenzione sulla necessità di introduzione di restrizioni contro il settore energetico in Russia, anche sotto forma di sanzioni personali contro entourage di Putin. Egli ha sottolineato che, al fine di modificare il comportamento di Putin, è necessario influenza su di lui.

In precedenza è stato riferito che l’amministrazione di Obama il giovedi, 29 dicembre si prepara ad annunciare l’introduzione di una serie di misure restrittive contro la Russia per gli attacchi informatici in tempo di elezioni negli stati UNITI.




Trump ha evitato di rispondere alla domanda di sanzioni contro la RUSSIA a causa di attacchi informatici 29.12.2016

0
Декабрь 29th, 2016 by