Tusk: il Conflitto in Transcarpazia – il risultato di invasione e di aggressione RUSSA. Noi non riconosciamo l’annessione della Crimea

Il conflitto in Transcarpazia – il risultato di invasione della Russia. Su questo briefing durante il vertice del partenariato Orientale a Bruxelles, ha detto il capo del consiglio Europeo, Donald Tusk, il corrispondente edizione di «GORDON».

«Siamo tutti consapevoli che i conflitti in corso e ci sono diversi livelli di sviluppo dei paesi. Ricordiamo sul conflitto in Ucraina. È il risultato diretto dell’invasione e della aggressione nei confronti dell’Ucraina. E noi non riconosciamo l’annessione illegale della Crimea. Questo può senza dubbio», ha detto.

Secondo Tusk, il diritto sovrano di partner UE è la scelta di ambizioni e gli obiettivi, secondo la quale costruiranno il loro futuro. Questo, secondo lui, per quanto riguarda gli Accordi di associazione con l’UE.

La russia ha annesso la Crimea è illegale dopo il referendum del 16 marzo 2014. L’annessione della penisola alla federazione RUSSA non è riconosciuto l’Ucraina e la maggior parte dei paesi del mondo. In questo momento tra l’Ucraina e la Crimea agisce checkpoint modalità e Kiev de facto non controlla la penisola.

Subito dopo l’annessione della Crimea è iniziato il conflitto nella parte orientale dell’Ucraina, è ancora in corso. Combattimenti sono in corso tra le forze Armate dell’Ucraina e supportati Russia militanti, che controllano parte delle regioni di Donetsk e Lugano aree.




Tusk: il Conflitto in Transcarpazia – il risultato di invasione e di aggressione RUSSA. Noi non riconosciamo l’annessione della Crimea 24.11.2017

0
Ноябрь 24th, 2017 by