Ucraina all’ONU in favore di un rafforzamento del controllo sulle armi di distruzione di massa

La delegazione ucraina ha delle nazioni unite per il rafforzamento misure internazionali contro la diffusione di armi di distruzione di massa con lo scopo di evitare la possibilità di comparsa di terroristi o gruppi non statali. Lo ha dichiarato giovedì, 15 dicembre, aperto un dibattito nel Consiglio di Sicurezza dell’Organizzazione vice ministri degli esteri di Ucraina Sergey Oxalis, i Vostri.

«Data la situazione instabile in molte regioni del mondo sempre più aumenta il rischio di uso di sostanze chimiche, biologiche e nucleari materiali come armi da parte di gruppi non statali, tra cui i terroristi. A questo proposito, l’Ucraina sta per prendere misure immediate con l’obiettivo di rafforzare l’attuale sistema internazionale contro la diffusione di armi di distruzione di massa», ha sottolineato il rappresentante ucraino.

Il vice ministro ha fatto una dichiarazione a nome dell’Ucraina aperto un dibattito del Consiglio di Sicurezza delle nazioni unite «Evitare il disastro: agenda globale per fermare la proliferazione delle armi di distruzione di massa attori non statali». Egli ha sottolineato che una delle sfide lungo la strada ci sono differenze nell’interpretazione delle disposizioni di risoluzione 1540 consiglio di sicurezza dell’ONU (dal 2004).

Il documento prevede che tutti gli stati devono astenersi dal fornire qualsiasi forma di assistenza pubblica a favore di soggetti che cercano di sviluppare, acquisire, produrre, trasportare, trasferire o usare armi nucleari, armi chimiche o biologiche, soprattutto per scopi terroristici.

Come riportato Укринформу alla rappresentanza Permanente dell’Ucraina, quando l’ONU, durante il dibattito di giovedì il consiglio di sicurezza ha adottato una risoluzione 2325 (2016). La parte ucraina è diventata uno dei suoi co-autori.

Il nuovo documento, in particolare, prevede il miglioramento dei meccanismi di attuazione della risoluzione 1540 tenendo conto dei nuovi rischi e minacce; instaurare una partnership efficace tra lo stato e il settore privato; l’attivazione di interazione tra il Comitato 1540 consiglio di sicurezza dell’ONU e контртерористичними le strutture e le organizzazioni internazionali; il miglioramento del meccanismo di assistere gli stati al fine di attuazione della risoluzione 1540.

Si noti, l’Ucraina è uno dei 10 membri non permanenti del Consiglio di sicurezza delle nazioni unite. Cinque paesi — Ucraina, Egitto, Senegal, Uruguay e Giappone — sono stati eletti lo scorso anno per il 2016-2017. Con il 31 dicembre di quest’anno le poltrone nel consiglio di sicurezza rilasciato Angola, Malesia, Venezuela, Nuova Zelanda e Spagna.

Nel mese di febbraio 2017 Ucraina presiederà il Consiglio di Sicurezza delle nazioni unite.




Ucraina all’ONU in favore di un rafforzamento del controllo sulle armi di distruzione di massa 16.12.2016

0
Декабрь 16th, 2016 by