Ucraina – non è il primo paese dove Ryanair non è riuscito a concordare un inizio di volo – economista kuchta ed

Guida irlandese loukostera Ryanair regolarmente trattative con aeroporti in europa e non sempre le parti si riesce a trovare un compromesso, ha detto in un commento pubblicazione di «GORDON» l’economista Paolo kuchta ed.

«Onestamente, per quanto mi riguarda, l’Ucraina non è il primo paese dove Ryanair non è riuscito a concordare un inizio di volo. Cioè con alcuni aeroporti non hanno trovato un linguaggio comune, dove hanno smesso di trasporto passeggeri. Poi, dopo tempo, sono riusciti a mettersi d’accordo e tornare. Guida Ryanair in continuo scambio con i partner e alla ricerca di opportunità per la cooperazione. Tali situazioni hanno si verificano costantemente. Quindi non vale la pena gonfiare tema di rifiuto di Ryanair dall’uscita sul mercato dell’Ucraina», – ha detto l’economista.

Ha richiamato l’attenzione sul fatto che gli ucraini hanno cominciato a discutere la decisione di Ryanair.

«Sai, abbiamo improvvisamente è comparso un enorme numero di esperti al авиасообщению, che mi è anche difficile commentare questo tema. La cosa più vergognosa, dal mio punto di vista, è quello che la gente, non sono esperto in questa materia, hanno attivamente il suo succhiare. Per me è anche più sgradevole, che la stessa situazione con compagnie low-cost», – ha sottolineato kuchta ed.

A metà marzo 2017 direttore commerciale di Ryanair David O’Brian ha dichiarato che novak ha calcolato esigenze da ottobre 2017 eseguirà 15 voli a settimana da Kiev e 16 voli settimanali da Leopoli. Il costo di un volo in Europa, l’Ucraina doveva essere a partire da €20.

Il 5 luglio il direttore dell’aeroporto di Borispol Paolo Ryabikin ha detto che ha firmato un contratto con Ryanair, il testo dell’accordo inviato alla sede principale della compagnia aerea.

«Il contratto stipulato da tutti i servizi aeroportuali e i revisori esterni, che firmano in uscita tutti i documenti finanziari e contratti», ha sottolineato.

Tuttavia 7 luglio in Boryspil’, ha dichiarato che alcuni requisiti loukostera possono portare a perdite aeroporto di 2 miliardi di $ all’anno.

10 luglio Ryabikin ha detto che Ryanair ha presentato condizioni, che sono inutili per le imprese, e alcuni, secondo il direttore di aeroporto, in contrasto con la legislazione ucraina. Egli ha aggiunto che avrebbe ritirato la firma sotto il contratto, se Ryanair dovesse insistere sul loro esigenze.

Il ministro delle infrastrutture Vladimir Омелян ha suggerito che dopo questo europeo novak ha calcolato esigenze annuncerà la cancellazione dei voli in Ucraina.

10 luglio Ryanair ha riferito che annulla i voli in Ucraina a causa di inadempimento aeroporto Borispol di accordi raggiunti dalla compagnia con l’ucraino dal Ministero delle infrastrutture.

Ryanair è la più grande in Europa novak ha calcolato esigenze, con sede a Dublino, l’irlanda. Ryanair è presente in 34 paesi e compie 1800 voli al giorno.




Ucraina – non è il primo paese dove Ryanair non è riuscito a concordare un inizio di volo – economista kuchta ed 11.07.2017

0
Июль 11th, 2017 by