Uomo d’affari russo Polonsky ha proposto di costruire in Crimea «la città del terzo millennio»

Uomo d’affari russo Sergei Polonsky, che ha intenzione di partecipare alle elezioni del presidente della federazione RUSSA, esamina аннексированный la Russia, la Crimea come luogo per la costruzione della «città del terzo millennio», dove sarà possibile entrare senza visto. Lo ha detto il 14 novembre alla presentazione del suo programma elettorale a Mosca, ha riferito di «Radio Libertà».

Secondo lui, la città del futuro sarà di proprietà non di un paese, e «tutta l’umanità».

In una conferenza stampa Polonsky anche chiesto di «liberare tutti i prigionieri in modo non violento affari, di demolire una parte delle carceri e li trasformano in musei».

Nel mese di maggio 2015 uomo d’affari deportato dalla Cambogia, dove si nascondeva da parte delle autorità russe.

Nel mese di luglio 2017 Presnenskij tribunale di Mosca ha condannato Polonsky a cinque anni di carcere per furto su larga scala e liberato da sanzioni in relazione alla scadenza dei termini di prescrizione penale.

Elezioni presidenziali che si terranno il 18 marzo 2018. A questo punto sui piani di estensione ha dichiarato la conduttrice tv Ksenia Sobchak, la giornalista Caterina Gordon, leader di Vladimir Zhirinovsky, leader del partito COMUNISTA Gennady Zyuganov.

Secondo RBC, attuale presidente della federazione RUSSA Vladimir Putin ha anche deciso che sarà candidato.

La russia ha annesso la Crimea è illegale dopo il referendum del 16 marzo 2014. L’annessione della penisola alla federazione RUSSA non è riconosciuto l’Ucraina e la maggior parte dei paesi del mondo.




Uomo d’affari russo Polonsky ha proposto di costruire in Crimea «la città del terzo millennio» 15.11.2017

0
Ноябрь 15th, 2017 by