Volokh: Inizia il Procuratore generale nel 2014 quello che fa ora, vivremmo in un altro paese

Le autorità dell’Ucraina hanno davvero iniziato a sistema la lotta alla corruzione, ma molti sono già convinti che l’attuale «esplosione anti-corruzione di lavoro delle forze dell’ordine» è «l’imitazione di intensa attività», per ingannare il popolo. Questo parere è stato espresso attivista Pubblico люстрационного del comitato, il blogger Carlo Volokh sulla sua pagina Facebook.

«Sono fermamente convinto: inizia il Procuratore generale nel 2014 quello che fa ora, vivremmo in un altro paese al livello di fiducia della popolazione al potere e al successo delle riforme in corso (che spesso sono inibiti è di corruzione, gli interessi delle élite). E la frustrazione e il risentimento della gente al potere per la caduta del tenore di vita (che è stato oggettivamente e inevitabilmente) potrebbe almeno in parte compensato da un apprezzamento di tale potente ucraini senso di giustizia, che, di fatto, ha portato la gente in Piazza», ha sottolineato.

Volokh ha sottolineato che nel 2014 ha convinto la gente di squadra presidenziale nella necessità di atterraggio corruzione e ha offerto loro un elenco di procedimenti penali, indagini che doveva diventare una priorità di governo.

«Vedrai, diceva l’allora io. – Ancora si arriva a quello che è necessario fare. Tanto più che nei prossimi due anni di successi in economia non ci sarà, e l’inevitabile aumento delle tariffe e non come riformatori сливало nelle fogne. Ma se ti manca il tempo, quello che si sarebbe poi fatto, sarà percepito dalla società con assoluta incredulità, критиковаться e высмеиваться (e io ancora non poteva immaginare che рыговские MEDIA influenzeranno l’umore dell’opinione pubblica di una potente immagine)». Ma che (potere) allora erano al culmine di fiducia e di compiacimento. E non ha ritenuto tali prospettive reali», ha detto.

Il blogger ha aggiunto che dopo il fallimento di lavoro forze di sicurezza durante генпрокурорах Vitaly Yarema e Victor Шокине l’attuale procuratore generale Yuri Lutsenko, direttore Nazionale anticorruzione escursioni in Ucraina (NABU) Artem Sytnik e il ministro dell’interno Arsen Avakov fanno molto per combattere la corruzione, ma questo non può invertire lo scetticismo della società.

«La cosa più offensiva che alla fine, dopo diversi anni di bullismo sistema giudiziario Yarema e Шокиным, un lavoro serio doveva ancora iniziare. E la portata di ciò che sta facendo ora Lutsenko con Сытником e l’Ungheria, sono davvero impressionanti. Ma se questo è abbastanza per invertire prevalente nelle persone assolutamente un atteggiamento scettico verso la preparazione di potere vivere secondo la legge e punire i suoi trasgressori, soprattutto di alto livello, non so. Spero di sì, altrimenti tutto può trasformarsi in ciò è già triste», – ha sottolineato Volokh.

Egli ha aggiunto che il problema principale oggi è elementare carenza di giudici a kiev corte e un enorme numero di casi investigati, che lì trasmessi per l’esame.

«Per legge, l’accusa di tradimento dell’ex presidente non ha alcuna preferenza prima di un INCIDENTE o un furto al supermercato. Al ritmo attuale avremo i verdetti nel migliore dei casi, tra cinque anni… di Risolvere rapidamente questo problema nel quadro della Costituzione e la legge è molto difficile. Tanto più quando c’è la riforma del sistema giudiziario e il suo ordine previsto dalla legge. Ma la domanda è già impegnati contro molte persone, tra cui il presidente e i dirigenti del sistema giudiziario. Penso che nei prossimi si sente, come accadrà», – ha concluso il blogger.

https://www.facebook.com/karl.volokh/posts/1267006086760966



Volokh: Inizia il Procuratore generale nel 2014 quello che fa ora, vivremmo in un altro paese 15.07.2017

0
Июль 15th, 2017 by